Andrea Bocelli, la rivelazione del figlio: si vergognava con lui

0
12

Matteo Bocelli ha parlato senza filtri del rapporto che ha con il padre. Le sue rivelazioni hanno lasciato tutti senza parole.

Il tenore Andrea Bocelli
Il tenore Andrea Bocelli

Per chi nasce figlio d’arte è sempre più difficile, al contrario di quello che si pensa, farsi un nome rispetto ad una persona qualunque. Per tutta la vita infatti, lui – o lei – sarà destinato ad un infinito confronto con il noto e famoso genitore e, purtroppo, molti figli rinunciano alla carriera artistica proprio per questo motivo.

Tra di loro, è proprio un tenorino italiano a combattere con questo ‘trauma’ fin da quando aveva appena 15 anni. Stiamo parlando di Matteo Bocelli, il figlio del grande Andrea Bocelli. Chi più di lui può dire di aver sofferto il confronto con il padre? Ebbene, proprio su questo, Matteo ha fatto delle scioccanti rivelazioni.

LEGGI ANCHE —> Andrea Bocelli rivela come mai è diventato cieco, il triste motivo

Matteo Bocelli sul padre: “Mi vergognavo…”

Matteo e Andrea Bocelli
Matteo e Andrea Bocelli

Matteo Bocelli ha recentemente annunciato il debutto del suo nuovo album Solo, questa volta senza la collaborazione del padre. Per anni infatti, siamo stati abituati a sentire il talentuoso tenorino accompagnato dalla profonda voce di Andrea Bocelli. Abituato quindi sin da piccolo ad un infinito confronto con il più grande, Matteo ha raccontato che, inizialmente, si vergognava addirittura di cantare davanti al padre.

LEGGI ANCHE —> Raffaella Carrà: il regalo alla figlia di Paolo Turchi è incredibile

E’ stata la madre a riferire ad Andrea Bocelli di aver sentito il figlio cantare e di riconoscere in lui un incredibile talento. Per questo motivo, all’età di 15 anni, Matteo capì di voler seguire le orme di suo padre:La tecnica l’ho assorbita ascoltando babbo. A volte in casa lo imito e qualcuno ci casca”.

Matteo Bocelli
Matteo Bocelli

LEGGI ANCHE —> Gianna Nannini: il suo patrimonio importantissimo, è a molti zeri

Riguardo il suo nuovo album invece ha dichiarato: L’ispirazione viene da un aspetto fragile del mio carattere. La solitudine mi ha segnato. Babbo era sempre in viaggio per il mondo: ricordo la malinconia delle partenze e la gioia dei ritorni” –  ha confessato Matteo Bocelli – E adesso mi rivedo in quel ruolo, in giro da solo seguendo la passione per la musica”. Aspetteremo quindi il debutto del suo nuovo album per capire se Matteo Bocelli potrà mai reggere il confronto con il padre Andrea Bocelli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here