Taranto, sedicenne uccide il padre: fa retromarcia con l’auto e lo schiaccia contro un muro

0
449

Ennesima tragedia che si consuma all’interno di una famiglia. Un ragazzino di 16 anni ha ucciso il padre investendolo con l’automobile.

taranto retromarcia uccide padre

Ancora una tragedia all’interno di un nucleo familiare: un figlio adolescente che uccide il padre. Nulla a che vedere, però, con quanto accaduto a Bolzano, nessun delitto  premeditato in questo caso. Una tragedia molto diversa rispetto al duplice omicidio commesso da Benno Neumair, reoconfesso dell’uccisione di entrambi i suoi genitori: Peter Neumair e Laura Perselli, scomparsi lo scorso 4 gennaio. Questa volta la tragedia si è consumata in provincia di Taranto, a Marina di Pulsano per l’esattezza. Qui, nel pomeriggio di venerdì 12 marzo – riporta l’Ansa – un ragazzino di 16 anni si è messo alla guida dell’auto del padre, ha innestato la retromarcia e lo ha investito, uccidendolo.

La vittima si chiamava Mimmo Protopapa aveva 48 anni ed era un operaio dell’Ilva. Dai primi accertamenti – spiega Fanpage – si esclude la volontarietà del gesto. Pare si sia trattato di un tragico incidente. Il ragazzino stava facendo delle prove di guida davanti alla casa vacanza della famiglia quando, per errore ha messo la retromarcia perdendo il controllo del veicolo che ha accelerato improvvisamente senza che il giovane riuscisse a far niente.  Il padre, che in quel momento era impegnato in alcuni lavori in un vialetto prospiciente l’abitazione, è rimasto travolto . Il corpo di Mimmo Protopapa è stato schiacciato contro un muro dal mezzo guidato dal figlio. L’impatto è stato così violento da non lasciare alcuna speranza al 48enne. Quando i soccorritori del 118 sono arrivati sul luogo dell’incidente, hanno solo potuto constatare il decesso dell’operaio. Sono intervenuti anche i Carabinieri per i rilievi. Le Forze dell’Ordine tendono ad escludere che l’adolescente abbia agito di proposito. La tesi più probabile è quella dell’errore fatale dovuto all’inesperienza del giovane alla guida. Il ragazzo è ancora sconvolto per quanto accaduto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here