Scadenze fiscali di febbraio. Massima attenzione

Diverse sono le scadenze fiscali del mese di febbraio 2023 e queste si aprono con l’avvio della dichiarazione Iva.

Da non dimenticare quindi una serie di scadenze che vanno segnalate per evitare d’incorrere in problemi con il fisco. Parliamo degli adempimenti periodici Irpef, Iva e Inps, insieme all’invio degli elenchi Intrastat. Una data importante riguarda quella del 28 febbraio che è l’ultimo giorno per trasmettere le Lipe di fine anno, oltre a questo vi è anche l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche. Il 28 febbraio è inoltre l’ultima occasione per presentare la domanda e ottenere la riduzione dei contributi Inps per coloro che sono titolari di partite Iva nel regime forfettario.

Il mese di febbraio 2023-02-01
Il mese di febbraio – Formatonews

Alla fine del mese di febbraio c’è anche il bonus acqua potabile. Quindi nel dettaglio ecco tutte le scadenze. 1° febbraio 2023: trasmissione dichiarazione Iva al via; 16 febbraio 2023: adempimenti periodici Iva, Irpef e Inps in scadenza; 25 febbraio 2023: invio elenchi Intrastat in scadenza; 28 febbraio 2023: Lipe del quarto trimestre in scadenza; 28 febbraio 2023: scadenza per la domanda della riduzione dei contributi per i forfettari; 28 febbraio 2023: pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche in scadenza; 28 febbraio 2023: domanda per il bonus acqua potabile in scadenza

Il calendario delle scadenze

[ADISNERTER AMP]

Si parte con la dichiarazione Iva relativa all’anno d’imposta del 2022. La trasmissione della dichiarazione Iva può coincidere con l’invio delle Lipe per il periodo che riguarda il quarto trimestre 2022. Le scadenze fiscali del 16 febbraio 2023 riguardano: il versamento dell’Irpef, il pagamento dell’Iva relativa al mese di gennaio 2023; il versamento dei contributi Inps. A proposito del versamento dell’Irpef e dei contributi Inps può essere corrisposto usando lo stesso modello F24. Entro la data del 25 febbraio vanno inviati gli elenchi Intrastat. A questo si aggiunga la Lipe, ossia la comunicazione delle liquidazioni periodiche relative al periodo che riguarda il quarto trimestre 2022. La domanda per la riduzione dei contributi INPS è il 28 febbraio 2022. Altro appuntamento in scadenza riguarda la fine di febbraio ed è il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche relative al periodo che riguarda il quarto trimestre 2022.

Scadenze fiscali di febbraio. Massima attenzione – Formatonews

A proposito del bonus idrico va precisato che consiste in un rimborso fino alla cifra dei mille euro per tutte quelle spese che sono state sostenute per quei lavori di sostituzione dei sanitari e rubinetti con nuovi apparecchi, ma anche piccole altre sostituzioni con ad esempio i sifoni o altro. Va precisato un dato importante ossia che la legge di Bilancio dell’anno 2022 ha prorogato l’agevolazione fino all’anno 2023. Elemento importante da dire è che la domanda per ottenere questo tipo di rimborso può essere inviata tra il giorno del 1° e il 28 febbraio 2023. Per tutti i dettagli si può consultare tranquillamente e con estrema precisione lo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate.

Qui di seguito vi riportiamo nel dettaglio i codici tributo da usare nel modello F24

CODICE TRIBUTO DESCRIZIONE

2521Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – primo trimestre

2522Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – secondo trimestre

2523Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – terzo trimestre

2524Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – quarto trimestre

2525Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – sanzioni

2526Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – interessi

Impostazioni privacy