Applicazioni per il controllo delle spese? Le migliori sono loro

Per gestire le spese aziendali esistono numerose applicazioni tramite le quali è possibile controllare la spesa, ma anche gestire le fatture e tanto altro.

Quando si tratta di scegliere tra le varie applicazioni che sono disponibili non è sempre facile individuare quelle che possono essere le più adatte. Sono state selezionate 10 che possono aiutare.

Applicazioni per il controllo delle spese_ Le migliori sono loro 2023-01-24
Applicazioni controllo delle spese queste le migliori – Formatonews

Ad esempio vi citiamo una prima applicazione, si chiama QONTO BUSINESS tramite la quale è possibile gestire con una sola app tutti gli aspetti della finanza aziendale della propria società. Grazie a questo utilizzo è possibile sfruttare la fatturazione elettronica per creare e inviare le fatture. Inoltre l’amministratore può impostare un limite di spesa alle carte di credito connesse e quindi monitorare i flussi di denaro. Inoltre con QONTO è possibile anche digitalizzare le ricevute.

La lista completa

[ADISNERTER AMP]

Revolut Business permette d’inviare il denaro in tutto il mondo con tariffe competitiveeffettuare e ricevere pagamenti da un solo conto bancario. Tramite questa app si può cambiare il proprio denaro in circa 28 valute. Con Revolut Business è possibile avere carte di credito aziendali sia fisiche, sia virtuali. Questa app può essere  collegata alle proprie applicazioni aziendali, per avere un funzionamento più completo. Altra app è Wise Business, con essa è possibile inviare e ricevere i pagamenti. Tra i tanti servizi che offre è possibile convertire le valute in circa 40 tipologie. Con N26 è disponibile anche il cashback. N26 Business è particolarmente indicato per i freelance. Vi è anche la funzione Statistiche, tramite la quale è possibile tenere traccia di tutte le entrate e le uscite dal conto. Le carte business disponibili sono 4. Tide Business è un’ottima app per il controllo delle spese aziendali. Gli account che è possibile aprire sono di quattro tipi diversi, la versione Cashback offre 3 carte di credito aziendali che sono gratuite; 150 trasferimenti di denaro al mese anch’essi gratuiti; prelievi con commissioni a circa 1 euro; possibilità di programmare i propri pagamenti; creazione e invio di fatture anch’esso gratuito; supporto per l’uso dell’app sia a livello telefonico, sia in-app; e cashback allo 0,5% sulle proprie spese.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Revolut Business (@revolutbusiness)

 

Poi Brex offre due soluzioni: una per le startup e una per le aziende più grandi. I dipendenti possono aggiungere la loro carta di debito Brex  così da svolgere i loro pagamenti in tutta sicurezza. Inoltre chi utilizza questa app Brex  beneficia di un supporto costante. Circa Spendesk, con essa è possibile attivare un account in tre semplici passaggi. L’azienda permette di accedere sia a carte fisiche, sia virtuali, il cui flusso viene sempre monitorato dall’app in tempo reale. Con Zendesk è possibile esportare tutti i dati inerenti ai pagamenti. Soldo è un’app che permette di controllare al meglio le proprie spese aziendali offrendo delle soluzioni su misura, in particolare, per grandezza dell’azienda e per settore. Gli utenti hanno la possibilità d’inserire le ricevute delle spese sostenute con i propri soldi, in modo che l’azienda possa poi rimborsarle. Divvy è un software per il controllo delle spese aziendali ed è gratuito. Le aziende che lo utilizzano risparmiano ogni mese circa 10.000 dollari, e 12 ore per ogni utente. Chi decide di utilizzare il servizio, può ricevere comodamente delle carte da collegare al software in maniera completamente gratuita. Divvy permette di monitorare i flussi di denaro, autorizzare i rimborsi e aiutare a rintracciare gli sprechi. Altra applicazione da segnalare è Zoho, con un software per la gestione delle spese aziendali. Il software permette di gestire le spese, autorizzare i rimborsi, tracciare le spese complessive e monitorare le analisi per poter comprendere come risparmiare.

 

Impostazioni privacy