Carburanti: nuova ondata di aumenti. Non c’è pace

0
49

La data in questione è quella del 1 dicembre 2022. Si assisterà in Italia a un aumento del costo del carburante al litro. 

Quello che scenderà notevolmente  sarà lo sconto sulle accise. A partire dalla data del 1 dicembre 2022 sia sulla benzina che sul diesel, si riduce da un valore di 0,25 euro a quello di 0,15 euro al litro, oltre IVA. Anche lo sconto sulle accise per il GPL, scenderà.

Carburanti, nuova ondata di aumenti. Non c'è pace. (pixabay.com) 01-12-2022
Carburanti, nuova ondata di aumenti. Non c’è pace. (pixabay.com).

Con il nuovo mese di dicembre quindi il portafoglio degli automobilisti soffrirà notevolmente. Circa i tempi che ci vorranno per il taglio dello sconto sui carburanti, attraverso le accise su benzina, diesel e GPL, non sono affatto vantaggiosi. Sappiamo che a dicembre tanti italiani si spostano, per le vacanze di Natale e fine Anno, soprattutto. Non solo, a questo si aggiunge anche lo shopping natalizio, che rincara la dose.

I rischi che ne deriveranno

Sappiamo che da molto tempo le associazioni di categoria, che operano nella distribuzione dei carburanti, hanno fatto richiesta per le accise per una riduzione strutturale. Il fatto di rendere più elevato il prezzo del carburante per litro, nel mese di dicembre, non è affatto positivo. Si tratta di un periodo di alti consumi. Per non parlare poi della eccessiva inflazione a cui stiamo assistendo già da molti mesi. Il portafoglio degli automobilisti ne soffrirà notevolmente, con questo preoccupante aumento del carburante già nel mese di dicembre.

Un vero danno anche per il trasporto merci. (pixabay.com) 01-12-2022
Un vero danno anche per il trasporto merci. (pixabay.com)

Attenzione, dato che questo aumento dei prezzi nel momento in cui si fa benzina e anche il diesel per quanto riguarda il mese dicembre del 2022, non peserà solo sulle tasche degli automobilisti, ma anche sul turismo natalizio. Per non parlare del danno che causerà al trasporto merci. A questo punto andrà tutto a discapito dei prezzi al consumo che lieviteranno proporzionalmente all’aumento del carburante. Ecco che le associazioni dei benzinai sono già pronti a scioperare. Si preannuncia una chiusura delle stazioni di servizio per un lasso di tempo che tocca le 72 ore. Quindi, in autostrada, a partire dalle ore 22 di martedì 13 dicembre e fino alle ore 22 di venerdì 16 dicembre del 2022 ci sarà lo stop del servizio carburante, che metterà in ginocchio trasportatori e automobilisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here