“Dodici anni fa ho perso tutto, è stata una benedizione: oggi vivo con 3 euro al giorno e sono felice” dice Stefania

0
100
Fonti ed evidenze: Fanpage, Salerno Notizie

Stefania Rossini nel giro di un giorno ha perso tutto e si è dovuta reinventare. Per lei è stata una benedizione.

La donna, insieme ai figli, da dodici anni vive secondo i precetti della decrescita felice: consumare sempre meno e autoprodurre il più possibile.

Stefania Rossini – intervista da Fanpage- ha raccontato la sua storia. Una vita che molti riterrebbero sia fatta solo di rinunce. Per lei, invece, perdere tutto è stata una benedizione perché da lì ha imparato un nuovo modo di vivere. “È iniziato tutto 12-13 anni fa, con la morte di mio padre. In un secondo ho perso tutto, tutto distrutto. Per una settimana ho vissuto sulle nuvole, poi ho dovuto rialzarmi e inventarmi da capo“- le parole della donna. Stefania spiega che fino a 12 anni fa aveva un lavoro part time in un supermercato e suo padre si occupava dei suoi tre figli, che allora avevano 1, 3 e 8.  Essendo sola, quando è venuto a mancare il padre,  ha dovuto lasciare il lavoro per prendersi cura dei tre bambini. A quel punto, non avendo più un lavoro, si è presentata la necessità di risparmiare il più possibile anche perché aveva appena acceso un mutuo per acquistare una bio Cascina.

Di necessità virtù, si dice. Ed è quello che è accaduto a Stefania Rossini che ha trasformato un esigenza economica in un nuovo stile di vita: “Ho iniziato a leggere e informarmi: la prima cosa che ho fatto è stato un unguento alla calendula per mia figlia piccola, che soffriva di dermatite. Quell’unguento è stato importantissimo, perché la mia bambina è stata meglio e l’avevo fatto con le mie mani, non potendomi permettere il prodotto della farmacia. Oggi acquisto solo le materie prime essenziali, faccio in casa ogni cosa: dal cibo ai detersivi e i prodotti per l’igiene personale. I vestiti li baratto”. Stefania è diventata campionessa del risparmio: qualche anno fa riusciva a spendere circa un euro al giorno a persona per sé e i suoi familiari. Oggi, con il caro energia e l’aumento del costo delle materie prime, la cifra è arrivata a 3-5 euro al giorno, escluse le bollette.

Ma come è possibile vivere spendendo così poco? La donna, nel corso degli anni, ha appreso dei trucchi. Per esempio, per non usare il gas, cucina gli alimenti  con una coperta di lana che fa da cappotto. Si nutre di erbe spontanee e ha rinunciato al forno elettrico. Per cuocere il pane o la focaccia utilizza  un forno che lei stessa ha costruito con l’argilla ricavata dal suo orto. Si tratta di un vero e proprio forno a legna, che la donna mette a disposizione gratuitamente a chiunque porti la legna. “La gente pensa che io faccia dei sacrifici, in realtà questa vita mi piace tantissimo, perché unisce la riscoperta delle abitudini del passato con il rispetto verso l’ambiente e le persone. Perdere tutto è stata una benedizione”– ha concluso Stefania che ormai è seguitissima sui social dove condivie le sue strategie per risparmiare. La donna, tuttavia, precisa che l’Italia non fa più per lei a causa dell’aumento dei costi delle materie prime. Per questo, a breve, si trasferirà alle Canarie con il nuovo compagno e le due figlie più piccole.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here