Crema anticellulite: il trucco che ti serve

0
19

La crema anticellulite sicuramente rappresenta un ottimo rimedio, tuttavia risulta necessario conoscere i suoi segreti perché funzioni.

La cellulite e la ritenzione idrica rappresentano dei disagi comuni alla maggior parte delle donne, di qualsiasi età e forma fisica. Generalmente, in questi casi si consiglia di svolgere attività fisica, bere molta acqua e diminuire la quantità di sale consumate al giorno. Un ulteriore stimolo è fornito dalla crema anti-cellulite, che tuttavia contempla determinati segreti e trucchetti di applicazione.

Crema anticellulite, ecco come applicarla correttamente (Pexels)
Crema anticellulite, ecco come applicarla correttamente (Pexels)

La crema anticellulite infatti, non va semplicemente applicata sulla zona come avviene ad esempio per i prodotti idratanti e nutrienti; il segreto per combattere l’inestetismo infatti risiede nel massaggio e nella stimolazione del tessuto adiposo (riconoscibile tramite dei bozzetti in determinate zone del corpo). Approfondiamo insieme l’argomento nel prossimo paragrafo.

Crema anticellulite, i segreti del prodotto

La crema anticellulite rappresenta sicuramente uno strumento utile per combattere l’inestetismo, tuttavia – la sua reale efficacia dipende quasi esclusivamente dal massaggio. La stimolazione dei tessuti e della pelle, può avvenire in tre modi differenti. Vediamoli insieme qui di seguito:

  • Massaggio a palmo aperto

Aprite la mano e mantenete le dita congiunte, quindi effettuate dei movimenti circolari, esercitando una leggera pressione. Il massaggio deve partire dal ginocchio fino ad arrivare alla zona critica di fianchi e glutei, favorendo il movimento proprio grazie alla crema. La pratica deve procedere fino al totale assorbimento del prodotto.

Crema anticellulite (Melarossa)
Crema anticellulite (Melarossa)
  • Massaggio a “L”

Aprite la mano formando una L e afferrate (senza esercitare una pressione eccessiva) un lembo di pelle; a questo punto, sempre partendo dal ginocchio, risalite scivolando verso i glutei, eseguendo il movimento dall’esterno verso l’interno. Nell’eventualità in cui la pelle tenda ad arrossarsi, non allarmatevi perché è assolutamente normale.

  • Tecnica del ferro da stiro

Il procedimento è molto simile al massaggio ad “L”, la differenza tuttavia è la seguente: con una mano afferrate un lembo di pelle come spiegato precedentemente, mentre con l’altra tenete ferma la pelle – eseguite quindi il massaggio esattamente nel verso opposto (proprio quando stirate con il ferro). Questa rappresenta una delle tecniche più efficaci per contrastare la pelle a buccia di arancia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here