Acqua del condizionatore: non la buttare usala così

0
109

Non tutti forse sanno che ci sono diversi modi per riciclare l’acqua del condizionatore. Scopriamo insieme quali sono.

Chi di noi ha un condizionatore dovrebbe sapere che in realtà l’acqua che si raccoglie non andrebbe mai buttata. Anzi ci sono alcuni consigli con la quale si può usare. Dato anche il periodo che stiamo vivendo, forse riciclare questa sostanza sembra essere un’ottima idea. Innanzitutto, bisogna dire che non si tratta però di acqua potabile.

Acqua condizionatore: come si potrebbe utilizzare?
Acqua condizionatore: come si potrebbe utilizzare? (Pixabay)

Ma non ha calcare e quindi risulta essere più dolce. Potrebbe essere perfetta anche per lavare la macchina o anche essere utilizzata all’interno del ferro da stiro. Andiamo a scoprire cosa si può fare con l’acqua raccolta. Ad esempio, si potrebbe utilizzare come sostituzione allo sciacquone del bagno: infatti, si spreca circa il 30% dell’acqua in una famiglia media ed in questo modo si potrebbe risparmiare un po’.

Acqua condizionatore: come si potrebbe utilizzare?

Come abbiamo detto prima, si potrebbe anche utilizzare per lavare la propria macchina, in particolar modo si potrebbero lavare vetri e tergi cristalli. Dato che non ha calcare, non si lasceranno aloni.  E per lo stesso motivo, si potrebbe anche inserire questa acqua dentro il radiatore.

O anche si potrebbe utilizzare anche per stirare: infatti, nei ferri l’acqua del condizionatore è perfetta per questo tipo di attività. Avendola anche a disposizione, è un modo anche per risparmiare un po’.

È possibile anche usarla per lavare per terra: è perfetta anche per utilizzarla nelle scope a vapore o vaporetti. Ma anche se non l’avete, è perfetta lo stesso, in quanto lascia i vostri pavimenti brillanti.

Acqua condizionatore: come si potrebbe utilizzare?
Con questo tipo di acqua si può anche stirare (Pixabay)

Se volete innaffiare le vostre piante è possibile farlo. Ma dovete prestare attenzione ad un particolare: essendo fatta di condensa, non ha nessuna vitamina necessaria per il nutrimento delle piante. E per questo motivo dovrete utilizzarla necessariamente con un concime che reintegri i Sali minerali.

In realtà esiste un altro metodo: infatti, si potrebbe fare anche uno shampoo. Quello che si potrebbe fare è riscaldare un po’ l’acqua raccolta mettendola sul fuoco per qualche minuto. Poi la utilizzeremo poi per fare il solito shampoo. Il risultato finale potrebbe anche sorprendervi: infatti, i capelli risultano essere più corposi e più lucenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here