Asilo abusivo con personale senza titolo: accoglieva i bambini dei no vax

0
221

Un asilo abusivo con personale senza titolo è stato scoperto a Rimini, nella struttura erano accolti bambini di genitori no vax

Asilo abusivo bambini no vax
(Pixabay.com)

A Rimini la polizia ha scoperto un presunto asilo abusivo. La scuola dell’infanzia era situata in via Montecieco ed era classificata al catasto come magazzino. Sulla carta figurava come un’associazione sportiva, ma all’interno del locale e nello spazio all’esterno era allestito a tutti gli effetti come un asilo abusivo. Diversamente, la struttura sarebbe dovuta essere per i servizi ludico ricreativi caratterizzati da una permanenza dei bambini per un massimo due ore al giorno.

I bimbi invece erano presenti dalle 8 alle 14.30 consumando anche dei pasti. I genitori dei bimbi pagavano una retta mensile di 250 euro circa. Le madri e i padri erano in alcuni casi no vax e quindi i loro figli andavano all’asilo da non vaccinati, requisito invece obbligatorio. Il personale era in buona parte senza titolo di studio adatto per lo svolgimento di quelle mansioni.

LEGGI ANCHE —> Covid, vaccino Pfizer: 40 milioni di dosi all’Italia entro il 2021

LEGGI ANCHE —> Vaccino Covid, come calcolare quando potrebbe essere il mio turno

Rimini, scoperto asilo abusivo: scatta una sanzione da 8mila euro

Asilo abusivo bambini no vax
(Pixabay.com)

La struttura abusiva è stata sanzionata con una multa da 8mila euro per il mancato rispetto della legge regionale (n. 19/2016). Tale norma descrive i requisiti per i servizi educativi per l’infanzia, come asili nidi e integrativi. Queste caratteristiche non sono state riscontrate dalla Commissione Tecnica Distrettuale di Rimini e dalla Polizia Locale. Infatti da settembre nell’associazione sportiva erano ospitati 46 minori, tra cui 5 minori di tre anni, 36 minori di sei anni e 5 tra sei e gli otto anni, non rispettando alcune norme.

Mattia Morelli, assessore ai servizi Educativi del Comune di Rimini, ha spiegato. “I requisiti previsti dalla legge non sono inutili adempimenti burocratici – ha dichiarato – ma sono vincoli che consentono di qualificare un servizio affinché sia idoneo e sicuro per la salute ed il benessere dei bambini“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here