Rocco Casalino commosso per la mamma: “Non è facile parlare di questo”

0
61

Rocco Casalino, ex portavoce di Giuseppe Conte, ha rilasciato un’intervista a Silvia Toffanin nel corso della puntata di Verissimo, andata in onda sabato 20 febbraio

Rocco Casalino commosso per la mamma: "Non è facile parlare di questo"
Rocco Casalino commosso per la mamma: “Non è facile parlare di questo” (web)

Rocco Casalino, ex portavoce di Giuseppe Conte, è stato intervistato da Silvia Toffanin nel corso della puntata di Verissimo, andata in onda sabato 20 febbraio. L’uomo è stato ospite negli studi del programma di Canale 5 per promuovere il suo libro ‘Il Portavoce‘. Ci sono stati attimi di commozione e, a un certo punto, Casalino ha chiesto di interrompere l’intervista.

L’ex portavoce dell’ex presidente del Consiglio ha raccontato. “Ho avuto vita una dedicata allo studio. Ero sempre il primo della classe. Poi ho fatto l’esperienza del Grande Fratello per un motivo, ma dopo quell’esperienza sembrava che tutti i miei anni di studio non ci fossero più“.

Rocco ha spiegato. “Sono figlio di emigrati italiani in Germania. Vivevo solo con cose usate, anche i mobili e i materassi. Li lavavamo, ma restavano macchiati. Adesso voglio lavorare per avere almeno in soldi per comprare cose nuove. Noi italiani in Germania abbiamo vissuto il razzismo. Alle elementari fui selezionato per andare in una scuola per alunni bravi, ero l’unico italiano. Mi prendevano in giro, mi sentivo sempre fuori posto. Dagli insulti, si passava alla violenza. Un branco mi picchiava“.

LEGGI ANCHE —> Federica Panicucci, denunciata da Wanna Marchi e Stefania Nobile

LEGGI ANCHE —> Maurizio Costanzo attacca il GF Vip “Ha Toccato il fondo…”

Casalino sul padre violento: “Avevamo paura quando tornava ubriaco”

Rocco Casalino commosso per la mamma: "Non è facile parlare di questo"
Rocco Casalino commosso per la mamma: “Non è facile parlare di questo” (web)

Casalino ha dovuto fare i conti anche con il padre violento. “Spesso, io, mia madre e mia sorella dormivamo nella vasca da bagno, l’unica stanza con la chiave. Avevamo paura quando mio padre tornava ubriaco. Era una violenza troppo forte. Pugni in faccia, morsi a mia madre. Mi sembrava tutto assurdo“.

Quindi l’uomo, visibilmente emozionato, si è ferma e ha ammesso. “Non è facile parlare del dolore di mia madre“. È stato allora che Silvia Toffanin ha affermato. “È bello che fai uscire le tue emozioni“.

Quanto alla sua omosessualità, l’ex portavoce ha dichiarato. “Non è stato facile accettarlo. Me ne sono accorto uscendo dal Grande Fratello. All’inizio dicevo di essere bisessuale, ora dico di essere gay. Anche se ancora faccio fatica a dirlo“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here