Coppe Europee: Squadre italiane tra luci e ombre

0
71

Una Juventus svagata, in Champions perde per 2 a 1 a Oporto contro la squadra di Conceicao. In Europa League, bene la Roma e benino il Milan; Sconfitto invece a Granada, il Napoli di Gattuso.

Dopo 2 mesi di sosta, sono tornate le coppe europee e le squadre italiane impegnate in questo turno, chiudono la settimana tra luci ed ombre. La settimana europea delle italiane, è iniziata con l’ottavo di finale Porto-Juventus.

Porto-Juventus

Allo stadio Do Dragao di Oporto, la squadra di Pirlo è scesa in campo svogliata e senza il giusto atteggiamento e già dopo un solo minuto di gioco, era sotto per uno a zero, complice uno sciagurato retro-passaggio di Bentancour.

La Juventus poi non è più riuscita a rientrare in partita, subendo a più riprese, l’aggressività dei lusitani. All’inizio della ripresa poi, complice un’altra dormita della difesa bianco-nera, il gigante Marega ha raddoppiato per il Porto, mettendo alle spalle del portiere juventino, un passaggio filtrante di Manafà. La Juventus dopo il secondo gol, riprendeva piano piano a tessere il suo gioco, senza mai però, rendersi veramente pericolosa.

L’unico sussulto per gli uomini di Pirlo è arrivato solo all’ ottantaduesimo minuto, quando su un cross proveniente da destra, operato da Adrien Rabiot, si avventava Chiesa, che con un tiro dal limite, accorciava le distanze, riportando in gara i bianco-neri. Nel finale si vedeva anche Ronaldo che, proprio allo scadere dell’ultimo secondo di gioco, veniva atterrato in area portoghese da Mbemba, dopo una giocata delle sue. Rigore netto che però l’arbitro Del Cerro, dopo essersi anche confrontato con i suoi assistenti e con gli addetti al var, ha deciso inspiegabilmente di non concedere, facendo andare su tutte le furie l’asso della Juventus.

L’Europa League

Dopo il primo mercoledì di Champions, in cui la Juventus di Pirlo, è uscita sconfitta dal match giocato in Portogallo contro il Porto di Sergio Conceicao, ieri per il giovedì di coppe europee, è stata la volta dell’Europa League con le partite di Milan, Roma e Napoli.

Braga-Roma

La squadra di Fonseca, ha dimostrato ancora una volta, di aver superato brillantemente il periodo nero e grazie ai gol di Dzeko e Majoral, è andata a vincere a Braga contro lo Sporting.

la gara

La squadra lusitana, ha tenuto in mano, per gran parte dell’incontro, il pallino del gioco, ma senza mai rendersi realmente pericolosa. I giallo-rossi invece, grazie alle velocissime ripartenze, di cui sono spettacolari artefici, sono riusciti a far loro l’incontro indirizzando la gara, nella giusta direzione, già dai primi minuti. La Roma infatti, si è prima portata in vantaggio al quinto minuto, grazie ad un gol di Edin Dzeko, che ha girato in porta un assist del solito Spinazzola e poi ha raddoppiato, all’86’ minuto, con un gol di Borca Majoral che ha sfruttato al meglio un assist di Jordan Veretout.

Gettyimages

Stella Rossa-Milan

I l Milan di Pioli invece ha conquistato un ottimo punto in trasferta, pareggiando per 2 a 2 a Belgrado contro i bianco-rossi della Stella Rossa;

la gara

Gara combattutissima fin dai primi minuti con il primo vantaggio dei rosso-neri, arrivato solo al 42esimo del primo tempo, grazie ad un autorete di Pankov. I secondo tempo poi, ripartiva subito a ritmi altissimi e già al 52′, la stella Rossa arrivava al pareggio grazie ad un gol di Kangà su rigore. Il Milan non ci stava e dopo sei minuti, sempre su rigore, tornava in vantaggio grazie alla rete del solito Theo Hernandez; Al 93′ però, quando ormai i giochi sembravano fatti, la Stella Rossa seppur con un uomo in meno, riusciva ad arrivare al definitivo pareggio grazie ad un gol di Milan Pavkov, che sfruttava al meglio un assist di Guelor Kanga.

Gettyimages

Granada-Napoli

Chiude la tre giorni di coppe europee, il pessimo risultato del Napoli di Gattuso che ieri sera è uscito sconfitto per 2 a 0, dal Granada di Martinez e ora vede lontanissimo, l’obiettivo qualificazione.

la gara

Il Granada parte deciso fin dall’inizio e aggredendo altissimo, la linea difensiva del Napoli, la manda spesso in difficoltà impedendogli di costruire il loro gioco. Il Napoli subisce tanto la fisicità dei padroni di casa e incassa  i 2 gol che decideranno la partita, tra il 19′ e e il 21′ minuto; Dopo il secondo gol però, il Napoli riesce pian piano a riprendersi e riacquista man mano il controllo del gioco, creando diverse occasioni interessanti. Seppur non riescano a pareggiare, gli uomini di Gattuso riescono comunque a creare qualche grattacapo alla difesa spagnola, che se viene aggredita, appare tutt’altro che irresistibile. Una buona notizia, per la gara di ritorno, in una serata comunque da dimenticare.

Gettyimages

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here