Maceratese, 78enne uccisa: arrestati la figlia e il nipote

0
307

Un omicidio, quello di Rosina Carsetti, maturato nel contesto familiare: arrestati la figlia e il nipote. Coinvolto anche il marito della vittima

Omicidio Rosina Carsetti: arrestati la figlia e il nipote
Rosina Carsetti

Un popolare adagio recita che “i parenti sono come le scarpe, più sono stretti e più ti fanno male“…fino ad ucciderti: la figlia, Arianna Orazi, e il nipote, Enea Simonetti, di Rosina Carsetti, la 78enne rinvenuta senza vita la sera della Vigilia di Natale a Montecassiano, in provincia di Macerata, sono stati tratti in arresto dai carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Macerata. Madre e figlio sono accusati di concorso in omicidio volontario premeditato e pluriaggravato dalla stato di minorità fisica della vittima. Nell’ esecuzione dell’omicidio ha avuto un ruolo anche Enrico Orazi, 79 anni, marito della vittima, tuttavia il giudice non ha ritenuto sussistenti i presupposti per disporre anche nei suoi confronti la stessa misura cautelare.

LEGGI ANCHE –> Faenza, trovata uccisa in casa: indagato l’ex marito

Maceratese, 78enne uccisa: arrestati la figlia e il nipote. Procuratore della Repubblica: “La regista del delitto è la figlia”

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Rosina è stata soffocata, con l’omicidio che sarebbe avvenuto tra le 17 e le 17.30 del 24 dicembre. Interrogato dai carabinieri, il nipote ha dichiarato che si è trattato di una messinscena, quindi non di una rapina a opera di un misterioso individuo mascherato come denunciato in un primo momento, architettata per coprire un incidente mortale tra la madre Arianna e la nonna Rosina. Versione dei fatti smentita dal Procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio: “Non una messinscena attuata dopo un omicidio d’impeto ma una premeditazione elaborata dal 16 dicembre che si è realizzata il 24 dicembre“.

LEGGI ANCHE –> La matrigna lo immerge per punizione nell’acqua bollente: morto bimbo di 2 anni

La regista è stata la figlia, Arianna Orazi, che avrebbe ideato e pianificato l’omicidio mentre il nipote ne è stato l‘esecutore materiale. Il movente sarebbe legato ai rapporti deteriorati tra la vittima e la figlia e alla volontà della 78enne di separarsi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here