Essere invidiosi e antagonisti: quanto questo può nuocere alle relazioni umane che instauriamo?

Spesso accade che dietro le relazioni umane si nasconda una piccola o grande dose di invidia: quanto è nocivo tale sentimento?

Quante volte ci capita di chiederci se le relazioni che fanno parte della nostra esistenza siano vere, sincere, se alla loro base, sia presente un affetto senza condizioni. Questo, in effetti, spesso può rappresentare un motivo di preoccupazione e di angoscia, se non di tristezza, perché ci rende facile preda di molti dubbi e pregiudizi.

invidia e antagonismo nocivi per relazioni
L’invidia si insinua come una serpe tra le relazioni umane – Foto Ansa – FormatoNews.it

Una delle domande più assillanti per noi è se possiamo fidarci veramente e fino in fondo di coloro che ci circondano e affermano di volerci bene. Allo stesso modo, ci domandiamo se chi ci sta intorno sia davvero contento dei nostri successi, dei traguardi che riusciamo a raggiungere. A volte, non ci rendiamo conto infatti, che, se parliamo troppo con qualcuno, senza conoscere le sue vere intenzioni nei nostri confronti, potremmo suscitare in quella persona un sentimento totalmente opposto alla gioia, ma che ha radici profonde in un senso di antagonismo e di frustrazione.

[ADISNERTER AMP]

Questo sentimento prende il nome di invidia ed è considerato uno dei peggiori difetti e danni dell’umanità. Un difetto che in passato è stato capace di generare battaglie, conflitti mondiali e che può manifestarsi in molti modi e nelle circostanze più disparate. Una piaga quasi impossibile da combattere.

Quali sono le conseguenze dannose dell’essere invidiosi nelle relazioni?

Ognuno di noi, a suo modo, è esposto all’invidia altrui. E quasi sempre, chi nutre questo sentimento, non ha il coraggio di ammetterlo con se stesso e con gli altri, generando incomprensioni con la persona invidiata, nonché allontanamento anche definitivo. Provare invidia, dunque, è doloroso, sia per chi la prova, che per chi la subisce, poiché quest’ultimo prima o poi, finisce per percepire la distanza e la contrarietà dell’altro.

invidia nociva per ogni forma di amore
L’amore in ogni sua forma viene minato dall’invidia – Foto Ansa – FormatoNews.it

Da dove nasce l’invidia? Semplicemente da un profondo senso di frustrazione, dall’insicurezza e dal fatto di sentirsi sempre meno degli altri, talvolta anche senza motivo. Forse qualcuno, in passato, ci ha fatto credere o percepire di essere inferiori, non ci ha aiutato ad acquisire autostima, per cui chi è invidioso è incapace di affrontare il mondo e ne ha paura. Quindi, quest’ultimo non può che provare rabbia, anche inconsciamente, volendo fare del male o meno, nei riguardi di chi invece ha il coraggio per vivere, per superare gli ostacoli ed ottenere ciò che all’invidioso è precluso e proibito.

L’invidia può avere varie forme ed essere molto potente, tanto da oscurare anche del tutto sentimenti come l’amore di coppia, l’amicizia, l’amore familiare. Può dilagare, quindi, senza chiedere il permesso e degenerare, separare, distruggere per sempre, se non viene curata, se non viene prevenuta, come la peggiore delle malattie.

Impostazioni privacy