Sai perché il climatizzatore può far male alla salute? Ecco come bisogna utilizzarlo

Se utilizzi male il climatizzatore può far male alla salute. Ecco come bisogna utilizzarlo al meglio ed evitare problemi fisici

Il climatizzatore è sicuramente uno degli elementi fondamentali per poter affrontare la calda stagione che sta per arrivare. L’estate senza un buon climatizzatore, in alcuni punti più caldi del paese, può sembrare davvero insuperabile. Per quanto possa essere meravigliosa come stagione, il caldo degli anni scorsi ha insegnato che può essere davvero molto pericoloso. Allora si fa il possibile per poter godere di qualche piccolo/grande comfort.

climatizzatore può far male
Il climatizzatore può far male alla salute? – formatonews.it

Ed in questo, sicuramente il climatizzatore è una di quelle spese che nel tempo vengono letteralmente benedette. Ce ne sono di diverse marche e tipologie, che tendono a coprire la metratura della stanza in cui sono installati. Ma una volta acquistato e installato, siete davvero sicuri che state facendo un corretto utilizzo? Infatti, se utilizzato nel modo sbagliato, il climatizzatore può far male alla salute. Scopriamo il motivo.

Il climatizzatore può far male alla salute: perché?

[ADISNERTER AMP]

L’afa e il grande tasso di umidità sono quegli aspetti che fanno percepire il calore molto più alto, rispetto a quello che è in realtà. Ci sono luoghi in cui davvero si boccheggia, e stare in strada, o in qualche abitazione sprovvista di climatizzazione, risulta davvero molto complicato. Diversamente, se abbiamo un condizionatore, dobbiamo utilizzarlo con coscienza. Innanzitutto, vanno evitati gli sprechi. I costi energetici sono sempre da tenere monitorati, affinché non si sfori e non si paghi più di quanto ci aspettiamo.

climatizzatore può far male alla salute
Sei sicuro che stai usando bene il climatizzatore? – formatonews.it

In secondo luogo, un condizionatore va utilizzato facendo anche particolare attenzione alle nostre condizioni fisiche. Se, ad esempio, torniamo da un luogo caldo e siamo molto accaldati, fiondarci in un ambiente pesantemente condizionato può farci male ai muscoli. Questi, in una sorta di comportamento di protezione, si contraggono rischiando di portarci dolori muscolari. Allo stesso modo, porci nei pressi di un condizionatore quando siamo sudati, può portarci mal di gola e nevralgie, oltre che influire sul nostro tratto gastro intestinale, che è molto suscettibile al cambio repentino delle temperature circostanti, rispetto a quelle corporee.

Come utilizzarlo?

Ogni condizionatore che si rispetti, ha tre funzioni: quella di ventilazione, climatizzazione e deumidificazione. La funzione di ventilazione è presente anche nelle altre due, ma se impostata solo su ventilazione, contribuirà a spostare soltanto l’aria nella stanza. La funzione DRY, ovvero deumidificante, tende ad abbassare il livello di umidità nell’ambiente, senza abbassare notevolmente la temperatura, ma darci la percezione corporea di un cambio di gradi.

Invece, la funzione di climatizzazione, abbassa la temperatura globale dell’ambiente in maniera massiccia. In questo modo il condizionatore consumerà di più, portando tutto l’ambiente alla temperatura desiderata. È bene precisare che non converrebbe mai tenuto troppo basso rispetto a quella che è la temperatura corporea. Ogni cosa, così come un climatizzatore, va utilizzato con moderazione, evitando sprechi e ripercussioni sulla salute.

Impostazioni privacy