Berlusconi, la verità sull’uccisione di Gheddafi | Il retroscena oscuro

A poche ore dalla morte di Berlusconi si riaccendono i riflettori sulla presunta complicità nell’uccisione di Gheddafi. Scopriamo il retroscena oscuro.

All’epoca della guerra civile in Libia si era tanto parlato di un presunto coinvolgimento dell’allora premier nell’esecuzione del Raìs. Ecco che cosa è emerso.

berlusconi accusato di aver intimato di uccidere Gheddafi
il retroscena sulla morte di Gheddafi Formatonews.it Fonte ANSA

Silvio Berlusconi si è sempre professato amico di Gheddafi, pubblicamente, ma diverse inchieste hanno fatto venire a galla una notizia sconcertante, che riguarda il reale rapporto tra l’ex leader di Forza Italia e il Colonnello.

Berlusconi, il retroscena sulla morte di Gheddafi

[ADISNERTER AMP]

Silvio Berlusconi si è spento oggi 12 giugno a Milano, all’ospedale San Raffaele di Milano, dove era stato ricoverato il 9 giugno a causa della sua patologia ematologica. La sua situazione si è aggravata nelle ultime settimane. L’ex premier soffriva da circa due anni di leucemia mielomonocitica cronica.

verità sulla morte di gheddafi
berlusconi accusato di aver intimato di uccidere Gheddafi Formatonews.it Fonte ANSA

La sua è stata una figura di spicco in Italia nel corso degli ultimi 30 anni, è stato ben  quattro volte Presidente del Consiglio, e nel 1977 ha ricevuto l’ordine al merito del lavoro, ed è stato insignito del titolo di Cavaliere, a cui però ha rinunciato per via di una delle condanne penali a suo carico. Proprio delle sue responsabilità, e anche delle presunte tali, si è parlato subito dopo la sua scomparsa, nelle scorse ore, tornando con la mente a quando è stata diffusa la notizia di un suo coinvolgimento nella morte di Gheddafi. Il Raìs è stato giustiziato dopo essere stato catturato a Sirte, torturato e poi ucciso, invece di essere consegnato alle forze dell’ordine, e sottoposto a processo.

Attraverso la rivelazione di una fonte autorevole dei servizi di sicurezza il giornale Il fatto quotidiano ha fatto emergere, tanti anni fa, la notizia che Berlusconi avrebbe chiesto che Gheddafi venisse ucciso. All’epoca i servizi segreti erano guidata da Gianni De Gennaro. “Falsa inaccettabile e assurda” è stata allora definita la notizia dal portavoce di Silvia Berlusconi Paolo Bonaiuti.

Tuttavia ad oggi non si sa quanto c’è di vero dietro quel retroscena a dir poco agghiacciante, anche perché all’epoca Berlusconi cominciava a percepire come una minaccia pericolosa l’amicizia che lo legava al Colonnello. La fiamma del timore dell’ex premier sarebbe stata accesa dalla miccia dell’esplosione delle tensioni in Libia, che hanno provocato poi l’intervento armato delle Nazioni Unite. Stando alla confessione fatta dalla suddetta fonte, Berlusconi avrebbe fatto espressa richiesta di eliminare Gheddafi.

L’Italia aveva un rapporto stretto con il Paese africano, con cui aveva firmato poco tempo prima un trattato di amicizia che avrebbe obbligato il Bel Paese a investire in Libia, dunque sarebbero quanto meno verosimili i timori dell’ex leader di Forza Italia legati al pensiero dell’opinione pubblica sulla relazione tra lui e Gheddafi.

Impostazioni privacy