Eccola la nuova Rai con il primo, clamoroso addio

0
96

Eccola la nuova Rai. Nella penombra di Viale Mazzini, sta prendendo corpo la Rai della nuova maggioranza governativa. Ecco i primi nomi di chi, tra poco, si congederà dalla tv pubblica. Uno lo ha già fatto.

Si potrebbe dire “tanto tuonò che piovve”. La strada tracciata dal governo di Giorgia Meloni per la Rai che verrà è chiara e precisa. Si vocifera da tempo di grandi cambiamenti che riguarderanno, a breve, Viale Mazzini. Inizialmente, il radicale cambiamento partirà dalla collocazione di manager graditi alla nuova maggioranza. Come sempre.

Eccola la nuova Rai
Eccola la nuova Rai (Foto ANSA – formatonews.it)

Una nuova dirigenza che, una volta insediata, detterà la nuova linea editoriale. Le dimissioni dell’amministratore delegato Carlo Fuortes, hanno dato un’improvvisa accelerata al tutto. Ora iniziano a comparire i primi segnali concreti del nuovo corso meloniano. Si avvertono già le prime turnazioni tra coloro che escono e coloro che entrano, tra chi non è “gradito” al nuovo corso politico e chi, a quel corso politico, è sempre stato fedele. E tanta fedeltà ora verrà premiata. Non importa se poi chi va via conduce programmi di qualità, seguiti da decenni dal pubblico.

Quest’anno il suo Che Tempo Che Fa ha festeggiato i suoi primi vent’anni di vita, mentre Fabio Fazio sta vivendo la sua stagione numero 40 in Rai. L’ultima. Il contratto del conduttore di Savona che lo lega alla Rai per altri tre anni non è stato ancora rinnovato e non lo sarà. Da parte sua il conduttore la scelta l’ha già fatta, il suo futuro sarà sul Nove, canale di Discovery. Il più felice di tutti per tale scelta sarà senz’altro il suo potentissimo manager, Beppe Caschetto, che lì, ormai da tempo, ha fatto approdare Maurizio Crozza.

Eccola la nuova Rai e lui saluta cordialmente

Perché Fabio Fazio via? Il suo viaggiare in direzione ostinata e contraria rispetto al governo guidato da Giorgia Meloni alla fine lo ha portato all’addio dalla tv pubblica. Anche in precedenza, sempre con governo a guida centro-destra, il suo Che Tempo Che Fa ha subito alcuni sballottamenti passando da una rete Rai all’altra.

Eccola la nuova Rai Fabio Fazio e Luciana Littizzetto
L’addio alla Rai di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto (Foto ANSA – formatonews.it)

E dopo Fabio Fazio, sarà forse la volta di Report e poi anche Amadeus. Per lui non dovrebbe essere a rischio la conduzione del prossimo Festival di Sanremo dato che ha un contratto che parla chiaro, ma chi può dirlo? Un governo di centro-destra, esattamente come quello in carica durante l’editto bulgaro emanato da Silvio Berlusconi il 18 aprile 2002, da Sofia, che ha messo alla porta della Rai giornalisti come Michele Santoro ed Enzo Biagi insieme a un comico come Daniele Luttazzi. Sembra un’altra triste storia che si ripete, una volta ancora la “merce pericolosa”, come si è definito lo stesso Fabio Fazio in un suo articolo pubblicato dal settimanale Oggi, è stata messa fuori dalla porta.

Quest’anno Che Tempo Che Fa ha festeggiato i suoi primi vent’anni di vita. Ora la sua vita proseguirà altrove, così come la carriera di Fabio Fazio. Nessun santino da redigere, il conduttore savonese avrà senz’altro sottoscritto un contratto ancora più ricco. Per lui si apre un nuovo e stimolante capitolo della sua lunga carriera. Inaccettabile è, semmai, l’ennesimo tentativo della politica, di destra, di sinistra, di centro cambia poco, di mettere il cartello Proprietà Privata su qualcosa che è di tutti e di bandire chi non accetta la sua “linea editoriale”. Eccola la nuova Rai. Fabio Fazio andrà via e sicuramente non ci rimetterà. Ci rimetterà senza dubbio la Rai e il suo pubblico con la vittoria di Pirro del nuovo corso.