Poste da non credere: arriva a casa la consegna della spesa

0
280

Da oggi è possibile farsi arrivare la spesa comodamente a casa grazie al nuovo servizio di Poste Italiane.

Poste ha infatti lanciato un servizio molto interessante, ossia quello di corriere espresso “fresh” per la consegna a domicilio di prodotti alimentari freschi, grazie alla partnership tra la sua controllata MLK Deliveries e la Mazzocco Srl.

poste consegna spesa
Poste da non credere, arriva a casa la consegna della spesa – Formatonews.it

MLK Deliveries riceverà le prenotazioni del cliente per tutte quelle che sono le consegne programmate, e la piattaforma logistica del freddo di Mazzocco penserà a consegnarle ai clienti direttamente a casa. Cerchiamo di comprendere meglio cosa nel dettaglio.

Cosa c’è da sapere

Va specificato a tal proposito che i prodotti alimentari acquistati online saranno consegnati a domicilio da alcuni furgoni che sono refrigerati, nel giorno e nell’ora che sono stati scelti proprio dal cliente. Se il destinatario non risulta essere a casa, avrà la possibilità di ritirare il pacco in un punto “fresh”. Per quanto riguarda le consegne “fresh” di Poste Italiane queste sono già operative in molte città, fra le quali citiamo Roma, Milano, Torino, Bologna e Firenze e a breve saranno estese anche in tutti i principali capoluoghi. Va precisato che DHL eCommerce Solutions si occuperà della consegna dei pacchi di Poste Italiane verso le varie destinazioni europee. Per DHL l’e-commerce non è soltanto uno dei quattro ‘megatrend’ individuati nella strategia del Gruppo, ma è anche uno dei principali driver di crescita del suo business.
poste consegna spesa
DHL eCommerce Solutions si occuperà della consegna dei pacchi – Formatonews.it
I clienti potranno quindi effettuare varie spedizioni urgenti attraverso il network globale di DHL Express consegnandole in uno dei qualunque dei punti di raccolta di Poste Italiane. Davvero una procedura molto utile e interessante.

È anche molto interessante sottolineare che l’energia elettrica venduta da Poste proviene al 100% da fonti rinnovabili prodotte in Italia. Il progetto che è ideato da Poste Italiane vuole trasformare quelli che sono i classici uffici postali in una vera e propria Casa dei servizi digitali, ossia si tratta di uno sportello unico che risulta essere aperto in un tempo completo, 24 ore su 24 e che renderà semplice e veloce quello che risulta essere l’accesso a quelli che sono i servizi della Pubblica Amministrazione nei sette mila Comuni che sono al di sotto dei 15mila abitanti.

Dobbiamo precisare che i cittadini potranno richiedere vari certificati come ad esempio quelli anagrafici e di stato civile, anche la carta d’identità elettronica, il passaporto e numerosi altri servizi che si aggiungono a tutti quei servizi che sono di natura postale, finanziaria, logistica, assicurativa e anche di telecomunicazione. Quindi un’ampia gamma di servizi. Va precisato che a oggi sono già pronti circa 40 uffici postali e ben 230 sono i cantieri aperti.

Va anche detto un qualcosa di molto importante, ossia che entro l’anno saranno avviati svariati i lavori di ristrutturazione in quelli che sono i 1.500 nuovi uffici Polis. Dobbiamo precisare che Polis contribuirà anche a una maggiore efficienza energetica e quindi a questo punto darà lo slancio a quella che risulta essere la mobilità verde attraverso l’installazione di circa 5mila colonnine di ricarica per i mezzi elettrici e di 1.000 impianti fotovoltaici.