Il 31 dicembre è festivo? Quanti soldi avremo in busta?

0
40

Ci si chiede spesso se il 31 dicembre sia festivo. Quindi la domanda è se sia retribuito l’ultimo giorno dell’anno in busta paga.

Il 31 dicembre è una data segnata in rosso sul calendario. Ce ne accorgiamo sempre quando vediamo i calendari. Molti non lavorano il 1° gennaio, mentre invece il 31 dicembre risulta essere un giorno lavorativo come tutti gli altri, se si tratta di un giorno della settimana, invece ovviamente non è lavorativo, per alcune categorie, se invece rientra nel fine settimana. Ossia se si tratta di un sabato o di una domenica.

Il 31 dicembre è festivo_ Quanti soldi avremmo in busta_ 2022-12-31
Il 31 dicembre è festivo. Quanti soldi avremmo in busta
(pixabay.com)

Il 31 dicembre è comunque un giorno lavorativo. Questo anno del 2022 cade proprio nel fine settimana dato che cade  di sabato. La domanda sorge spontanea: quanto viene pagato se si presta servizio, se si deve lavorare in questo giorno così particolare che chiude l’anno? Entriamo nel dettaglio e cerchiamo di comprendere

Cosa entra in busta paga

Il 31 dicembre non viene pagato di più, ma la maggiorazione accade solo se capita di domenica. Siccome il 31 dicembre del 2022 riguarda un sabato allora non è prevista una retribuzione maggiorata. Il 31 dicembre, può essere retribuito maggiormente solo ed esclusivamente se cade di domenica. Ma quali sono i casi della maggiorazione? Si tratta dei seguenti casi, ossia se il 31 dicembre cade durante la settimana, se viene lavorato, se il lavoratore non ha diritto ad alcuna maggiorazione, ma viene retribuito comunque in modo normale. Ancora altra possibilità è quando il 31 dicembre cade in un giorno durante la settimana e il dipendente quindi a questo punto non lavora, ma viene retribuito normalmente come se fosse un normale giorno di ferie; Altra situazione sarebbe se il 31 dicembre cade di domenica e il lavoratore esegue il suo lavoro, a questo punto questo viene retribuito normalmente con una maggiorazione che sarebbe proprio quella prevista per il lavoro domenicale.

I camerieri lavorano sempre il 31 dicembre (pixabay.com)
I camerieri lavorano sempre il 31 dicembre (pixabay.com)

Per il CCNL del Commercio e Terziario, circa il lavoro domenicale, la maggiorazione è del 30%. In merito a quest’anno 2022, il 31 dicembre non viene pagato con una maggiorazione dato che non risulta essere un giorno festivo. Il 31 dicembre è un giorno particolare basti pensare infatti ai veglioni di Capodanno, alla notte di San Silvestro e alle cene che comunque superano di gran lunga la mezzanotte arrivando direttamente alle prime ore del giorno successivo, ossia il 1 gennaio del nuovo anno. Se parliamo della categoria dei camerieri, questi lavorano sempre il 31 dicembre superando la mezzanotte e quindi  hanno diritto a una vera e propria maggiorazione. Questo lo prevede il CCNL Pubblici esercizi, Ristorazione e Turismo, per quanto riguarda le seguenti situazioni lavorative ossia se il lavoratore svolge un lavoro notturno, ossia nella fascia che va dalle 23.00 alle 6.00 del mattino la maggiorazione prevista è del 25%. Per quanto riguarda invece un lavoro festivo si parla di una maggiorazione del 20%. Chi lavora invece la data del 31 dicembre, che non risulta essere un giorno festivo, avrà una maggiorazione in busta paga ma solo nel caso in cui presta servizio oltre l’orario delle mezzanotte andando quindi a toccare il 1 gennaio. Il tutto perché è già Capodanno, quindi risulta essere un giorno festivo a tutti gli effetti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here