Carta di credito cosa succede se non siamo coperti? | Leggi bene

0
35

Sapevi quali sono le conseguenze in questi casi? Ecco che cosa succede alla nostra carta di credito se non siamo coperti

Negli ultimi anni le recenti innovazioni tecnologiche hanno permesso a consumatori e cittadini di poter fare affidamento a metodi di pagamento sicuri, veloci e affidabili. Il modo di pagare, infatti, è stato rivoluzionato ed è infatti possibile fare acquisti anche non utilizzando le classiche banconote o monete.

Carte di credito
Ecco che cosa succede se non siamo coperti con la nostra carta di credito e andiamo in rosso, Formatonews

Le carte di credito e i bancomat hanno infatti permesso ai cittadini di poter effettuare pagamenti direttamente grazie ad una tessera di plastica (mediante l’utilizzo del Pos). È inoltre possibile fare acquisti online e procurarsi prodotti direttamente da siti web ed e-commerce. Tuttavia, anche questi metodi non sono esenti da rischi e da accortezze necessarie. Ecco, infatti, che cosa succede alla nostra carta di credito se non siamo coperti.

Cosa succede alla carta di credito se non siamo coperti

Non tutti conoscono fino in fondo la differenza che c’è tra carte di credito e carte di debito. Entrambe sono strumenti di pagamento molto comodi che, però, funzionano in modo differente, soprattutto riguardo il modo in cui sono addebitati i pagamenti. L’addebito delle carte di credito, infatti, non avviene in tempo reale, ma in un lasso di tempo successivo all’acquisto. Ma cosa succede alla carta di credito se non siamo coperti e non riusciamo a pagare quanto speso?

Per ogni carta di credito è previsto il cosiddetto plafond, ovvero una cifra correlata alla carta di credito e che corrisponde ad una sorta di anticipo necessario ad effettuare i pagamenti. Dunque, dal momento dell’acquisto il consumatore è debitore della cifra spesa, che dovrà comunque ripagare entro i limiti della stessa carta.

Carte di credito
Ecco che cosa succede se non siamo coperti con la nostra carta di credito e andiamo in rosso, Formatonews

Il plafond della carta viene sostanzialmente azzerato, infatti, nel caso in cui il consumatore superi l’importo mensile spendibile. In questo caso, infatti, non sarebbe possibile effettuare e concludere con successo il pagamento. Sarà quindi possibile solamente il mese successivo, ovvero nel momento in cui viene ricaricata la carta e il plafond viene rinnovato. Se, invece, si possiede una carta di credito a rate, la cifra del plafond sarà reintegrata in modo progressivo.

È inoltre possibile andare in negativo con la propria carata di credito. Questo avviene quando sul conto corrente della carta vi è un debito per mancata restituzione del denaro speso. In questo caso la banca blocca la carta e non concede più addebiti sul relativo conto corrente. Per sbloccare la carta sarà quindi necessario ricaricare gli importi, in modo da poter ripagare integralmente il debito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here