Canone RAI 2023. Come non pagarlo

0
35

Si parla del canone RAI che riguarda il nuovo anno 2023. È possibile, per alcuni, evitare di pagarlo. Scopriamo come.

Come in ogni anno che inizia ci sono i soliti pagamenti che aprono un nuovo ciclo. Tra i vari a cui siamo costretti, vi è ovviamente quello legato alla televisione. Si tratta proprio del Canone RAI 2023, di cui, per alcuni vi è la possibilità dell’esonero. È possibile richiedere l’esonero dal canone RAI 2023, con la presentazione di una documentazione richiesta. Anche per il nuovo anno si continuerà a pagare la tassa sul possesso del televisore a casa. L’importo da versare sarà sempre lo stesso, ossia i soliti 90 euro annui che come sempre viene riscosso in maniera diretta e riportato sulla bolletta della luce per ciascun utente.

Canone RAI 2023. Come non pagarlo 2022-12-26
Canone RAI 2023. Come non pagarlo
(pixabay.com)

Inserire il Canone RAI in bolletta è stato un modo per evitare gli episodi di evasione che si sono spesso verificati negli anni passati. Un aspetto da precisare è che anche se si possiede più televisori in più case il canone è sempre e solo pari all’importo dei 90 euro l’anno. Attenzione, dato che se l’utenza si attiva a luglio 2023, il canone RAI 2023 sarà solo di 45 euro. Chi può usufruire dell’esonero dal Canone RAI? Innanzitutto coloro che non possiedono una televisione e poi coloro che appartengono alla categoria degli over 75.

Come fare la richiesta

Quindi il beneficio dell’esonero si estende anche a chi non ha la TV in casa. Questo è un aspetto molto importante per quanto riguarda l’esonero. Il titolare dell’utenza elettrica, per dimostrare il tutto e accedere all’esonero, deve inviare il modello di dichiarazione sostitutiva canone RAI direttamente all’Agenzia delle Entrate. Secondo le regole, per l’esonero del canone RAI 2023 in caso di non possedere il televisore, la dichiarazione sostitutiva deve essere inviata entro la data del 31 gennaio 2023. In questo modo l’utente potrà avere l’esonero totale del canone RAI 2023. Se questa dichiarazione viene spedita oltre la data stabilita, l’esonero allora sarà parziale. Molto importante è che la domanda deve essere presentata entro il 30 giugno 2023. Coloro che saltano anche questa seconda scadenza allora perdono il diritto all’esenzione del Canone RAI 2023 e dovrà quindi aspettare l’arrivo del nuovo anno 2024.

 Richiesta tramite Agenzia delle Entrate 2022-12-26
Richiesta tramite Agenzia delle Entrate
(agenziaentrate.gov.it/)

A questo punto cerchiamo di capire come inviare la dichiarazione sostitutiva richiesta per l’esonero del Canone RAI 2023. Le modalità possibili sono infatti varie. Innanzitutto via web tramite proprio l’applicazione web che è disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate. Altro metodo è quello tramite PEC, ossia Posta Certificata, con firma digitale, inviando la richiesta all’indirizzo seguente cp22.canonetv@postacertificata.rai.it;. Altro modo per la richiesta è quella della forma cartacea, inviando la dichiarazione all’Ufficio Canone TV – c.p.22 Torino tramite una raccomandata in forma di plico, senza busta unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento. Cosa fondamentale è che la dichiarazione per l’esonero ha una validità annuale e quindi per fare in modo che abbia validità ogni volta, va ripresentata di anno in anno. Cosa accade per coloro che l’hanno presentata nel 2022? Per questo è importante sottoscrivere nuovamente una domanda per la richiesta dell’esonero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here