Alito cattivo? I rimedi veloci che funzionano sicuramente

0
66

Il disagio dell’alito cattivo può trasformarsi in un fastidio persistente se non contrastato: ecco dei metodi utili per combatterlo.

L’alito cattivo rappresenta una sintomatologia particolarmente comune e decisamente invalidante, sia per noi stessi che per chi ci circonda. Generalmente, esso può insorgere di fronte a problemi intestinali, ma anche una cattiva igiene orale e in seguito all’assunzione di farmaci particolarmente aggressivi. In questi casi, a volte basta semplicemente prestare maggiore attenzione alla pulizia dei denti, in quanto dei residui di cibo oppure l’insorgenza delle carie potrebbero contribuire con l’emanazione appunto di un alito cattivo.

Alito cattivo (Studio Fonzar)
Alito cattivo (Studio Fonzar)

L’igiene orale inoltre è fondamentale non solo per eliminare i residui di cibo, ma anche per evitare la proliferazione dei batteri nella nostra bocca. Anche solo nella fase di ispirazione, diversi agenti entrano nella cavità orale e il più delle volte si depositano al suo interno. Lavarsi i denti almeno tre volte al giorno ci permette di igienizzare periodicamente la superficie e lo strato cutaneo; la pulizia comporta inevitabilmente un minor rischio di emanare un alito cattivo. Ma se questo non dovesse bastare? Scopriamo insieme dei rimedi alternativi.

Alito cattivo: come risolvere il problema?

Il primo step quindi consiste nell’occuparci efficacemente nella nostra igiene orale, ricordandoci di cambiare lo spazzolino almeno una volta ogni 3/4 mesi. Una volta chiarito questo aspetto, possiamo inserire diversi input che siano in grado di rinfrescare la nostra bocca. L’alimentazione ad esempio gioca un ruolo fondamentale: è utile consumare bevande a base di menta (non zuccherate), ma è anche possibile prediligere il consumo di mele e carote – estremamente utili per contrastare i cattivi odori. Eppure, non è finita qui.

Alito cattivo (Centro Odontoiatrico Carpinelli)
Alito cattivo (Centro Odontoiatrico Carpinelli)

Esiste una spezia particolare, stiamo parlando della cannella: quest’ultima possiede delle proprietà antibatteriche e contribuisce all’igienizzazione della bocca; pertanto, inserirla nella vostra alimentazione, potrebbe aiutarvi a contrastare l’alito cattivo. Inoltre, è possibile consumare caramelle aromatiche e utilizzare spray specifici, in modo da rinfrescare di tanto in tanto l’alito. Nell’eventualità in cui il problema dovesse persistere, consigliamo di rivolgersi al proprio medico per eseguire analisi ulteriori, in quanto potrebbe derivare da un problema all’apparato gastrointestinale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here