Uno sconosciuto ha ucciso 4 nipoti e il nonno nella loro casa. I più giovani avevano 11 anni

0
290
Fonti ed evidenze: Fanpage, Tebigeek

Un anziano e i suoi 4 nipoti vengono annientati da un detenuto in fuga nella casa di famiglia. Il killer ha trovato le armi del massacro sul posto.

Era una giornata tranquilla per il nonno e i suoi nipoti nella loro fattoria nella campagna texana, quando all’improvviso li sorprese un pericoloso killer, evaso da un bus per detenuti, che li uccise senza ritegno.

Ansa/ABEDIN TAHERKENAREH

Capitava spesso che il nonno portasse i suoi nipoti nella fattoria di famiglia per fare lavori domestici.

In questa tragedia che ha insanguinato il Texas sono morte brutalmente 5 persone. Parliamo del 66enne Mark Collins e i suoi nipoti Waylon, 18 anni, Carson, 16 anni, e i due gemelli più piccoli Hudson e Bryson, di 11 anni. Una disgrazia che ha abbattuto un’intera famiglia dal dolore. La sfortuna del nonno e dei suoi nipoti è stata che la loro casa di campagna si trovasse proprio lungo la strada di Gonzalo Lopez: è questo il nome dello spietato killer, uomo fuggire dall’autobus della prigione tre settimane prima. In base alla ricostruzione degli inquirenti, Lopez aveva deciso di nascondersi proprio nella zona in quanto un luogo isolato dove, solitamente, non c’è da temere guai.

Perché uccidere un’intera famiglia? L’obiettivo del killer

Il killer: Gonzalo Lopez 

Il 12 maggio scorso, Lopez doveva essere trasportato in un altro penitenziario per una visita medica. Durante il viaggio, il detenuto approfitta per evadere. Le autorità affermano che si è liberato dalle manette, ha accoltellato l’autista e ha dirottato il veicolo che si è schiantato in un pascolo. Successivamente l’uomo è fuggito nei boschi circostanti.

Dopo qualche settimana di latitanza Lopez si è avvicinato alla casa, attratto dal furgone fermo davanti all’abitazione. Il mezzo era quello che il nonno e nipoti usavano per andare in città e tornare nella casa di campagna. L’obiettivo del detenuto è stato quello di portarlo  via: per farlo non ha esitato ad eliminare l’intera famiglia con un fucile trovato sul posto. Inizialmente nessuno ha saputo niente. Il killer è così riuscito ad allontanarsi per più di 200 miglia. La polizia è stata avvisata solo quando ha chiamato un parente spiegando che nessuna delle vittime rispondeva alle chiamate. Quando i primi agenti sono arrivati alla campagna rurale, vicino a Centerville, nella contea di Leon, era ormai troppo tardi.

Quando le autorità riuscirono a raggiungere Lopez l’uomo ha resistito alla cattura colpendo più volte contro gli agenti grazie alle armi trovate nella casa del massacro: aveva un fucile automatico e una pistola. Le autorità sono poi riuscite a colpirlo a morte.

.