Capodanno: i riti per la fortuna nel nuovo anno che saluteremo

0
329

Anche quest’anno, che sta per volgere al termine, è stato molto difficile. Per far sì che la fortuna arrivi, con il nuovo anno a cui daremo il benvenuto, ci sono delle tradizioni per propiziarla.

Regalare il vischio
Regalare il vischio
(Instagram @noemibriccolani)

L’anno 2021 sta finendo con tante difficoltà e incertezze per il futuro. I riti propiziatori e scaramantici sono sicuramente utili per far sì che la fortuna arrivi e regali momenti migliori.

Molti pensano che queste dicerie non siano vere, che appartengano solo a tradizioni pagane e contadine, ma in realtà le varie culture del mondo con le loro tradizioni ci fanno credere invece il contrario, tenendo sempre bene gli occhi aperti ai pericoli del momento.

Quali sono alcuni dei riti scaramantici di sempre per propiziare la fortuna

 

Lenticchie e cotechino
Lenticchie e cotechino
(Instagram @cesaremarialuigia1960)

Darsi un bacio sotto il tradizionale ramo di vischio è da sempre una bella tradizione. Propizia pace, serenità, salute ma anche amore. Ovviamente, visto il periodo, con le misure restrittive che impediscono baci e abbracci è meglio regalare un ramo del vischio a chi vogliamo bene e amiamo. Certo se il tampone è risultato negativo, allora tutto è concesso, ma meglio evitare comunque.

Anche ciò che si indossa aiuta la buona sorte a essere dalla nostra parte. Di solito il rosso è il colore indiscusso legato al nuovo anno che arriva. Indossare biancheria di questo colore può essere utile perché scaccia le maledizioni e le stregonerie. Anche indumenti che sono completamente nuovi rientrano come dei buoni riti propiziatori per l’anno nuovo, ma bisogna indossarli il primo giorno dell’anno che è arrivato.

Circa il cibo, zampone (o cotechino) e lenticchie aiutano la prosperità, l’entrata di denaro e il guadagno in generale. La forma delle lenticchie ricorda delle piccole monete ma sono anche degli alimenti che aiutano i transiti dell’intestino, anche questo simbolo di abbondanza e prosperità.

Ci sono dei frutti che vanno mangiati in questo periodo di fine e inizio anno. Il frutto della melagrana, dal colore rosso e dalla forma tonda, è simbolo di prosperità e fertilità. Mangiare l’uva e i suoi chicchi è un rito molto usato dalla cultura spagnola. Allo scoccare della mezzanotte è utile mangiare 12 chicchi, in questo modo per ogni mese dell’anno che sta per arrivare ci saranno entrate in denaro e fortuna.

La cultura estone prevede di mangiare per ben sette volte durante il giorno di capodanno in modo che l’anno che arriva sarà dettato da energia e forza. Nelle Filippine mangiare la frutta a forma tonda è importante per la salute.

Si sa i fuochi di artificio sono da sempre la tradizione che accomuna molte culture. Si scaccia il male proprio con il rumore del botto. Ovviamente tutto va fatto con molta attenzione evitando incidenti pericolosi per se stessi e gli altri.

Singolare è la tradizione irlandese. Il sale viene regalato in piccoli sacchetti agli amici per augurare buona fortuna. Se si lancia una pagnotta contro il muro si scaccia tutto il male dell’anno che sta finendo ed è un gesto molto liberatorio.

La rottura dei piatti lanciandoli a terra o contro un muro, con attenzione, senza farsi male e far male, è un altrettanto rito che scaccia il male ed è praticato sia in dalla cultura danese che nel sud Italia.

I falò rituali appartengono a molte culture per purificare e attirare il bene. In passato i contadini usavano molto bruciare ciò che è vecchio e intriso di male e dolori per far spazio al bene.

In Russia si usa bruciare un biglietto su cui si è scritto un desiderio. Questo rito viene praticato a mezzanotte durante il cammino verso casa, per permettere che si avveri.

Augurandosi che il 2022 porti salute e serenità, praticando questi riti propiziatori che appartengono a varie culture, sicuramente si aiuterà la buona sorte a entrare dalla porta principale senza esitare e senza chiedere il permesso.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here