Premiato dal Presidente della Repubblica, il Maresciallo dei Carabinieri muore di Covid

Lutto nell’Arma dei Carabinieri: stroncato dal Covid, è morto, all’età di 54 anni, il maresciallo dei carabinieri Arturo D’Amico

Lutto nell'Arma dei carabinieri: morto, stroncato dal Covid, il maresciallo Arturo D'Amico
Il maresciallo Arturo D’Amico

Non solo i professionisti sanitari, medici, infermieri e operatori sociosanitari, stanno pagando un conto salatissimo all’emergenza sanitaria legata all’epidemia di Covid ma anche le Forze dell’Ordine stanno pagando dazio al famigerato Coronavirus: è morto Arturo D’Amico, 54 anni, maresciallo e comandante della stazione di Campomarino, piccolo centro in provincia di Campobasso. Ammalatosi di Covid, era ricoverato nel reparto di rianimazione del Policlinico Umberto I° di Roma dove era stato trasferito dal Molise il 22 febbraio scorso a seguito di un peggioramento delle sue condizioni cliniche. La sua scomparsa ha scosso e lasciato sgomente diverse comunità: quella della provincia di Campobasso, dove il militare dell’Arma aveva lavorato a lungo, e quella della sua terra natale, il Salento.

LEGGI ANCHE –> Covid, 260 medici morti: nel Lazio distribuite mascherine “fasulle”

Premiato nel 2016 dal Presidente della Repubblica

Sei stato un grande maresciallo – ha affidato a un post su Facebook il proprio cordoglio il Tenente Colonnello Fabio Ficuciello, comandante della Compagnia di Termoli fino allo scorso mese di settembre – un professionista dotato di grande umanità. Solo un virus silente e codardo poteva abbatterti“. Grande il dolore dei familiari e dei tanti amici che lo conoscevano e lo apprezzavano, anche perché il compianto maresciallo D’Amico era sempre pronto a farsi in quattro per gli altri, così come lo sconforto degli amministratori locali che ogni giorno collaboravano con lui.

LEGGI ANCHE –> Covid, l’epidemia ha ripreso a correre, il calcolo dei decessi fa paura: dall’8 marzo cambia tutto

L’indefesso lavoro in Molise, alla guida di diverse stazioni dei carabinieri, era valso nel 2016 al maresciallo Arturo D’Amico anche un premio, conferitogli dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Impostazioni privacy