Fiorello sta seguendo un dieta pericolosa. “Mangia pochissimo”

0
95

Forte preoccupazione per Fiorello, co-conduttore della 71esima edizione del Festival di Sanremo: segue una dieta pericolosa

Allarme per Fiorello: segue una dieta pericolosa
Rosario Tindaro Fiorello

Manca esattamente una settimana all’inizio della 71esima edizione del Festival di Sanremo, la prima in era Covid, quindi senza pubblico e figuranti in ossequio alle norme anti-contagio. A condurla, come quella dell’anno scorso, la coppia formata da Amadeus e dallo showman Rosario Tindaro Fiorello, meglio noto come Fiorello, che dopo la gavetta come animatore nei villaggi turistici, è approdato prima in radio e poi, dopo essere stato notato da Gino Landi, storico coreografo e regista di molte delle più fortunate trasmissioni del mito vivente della televisione italiana, Pippo Baudo, in tv fino a diventare uno dei personaggi del mondo dello spettacolo tra i più apprezzati e amati dal pubblico di ogni età. Ed è proprio in ragione di tale affetto che quando le voci sul suo conto, come quella di seguire un regime dietetico così drastico da saltare la cena, diventano incontrollate, molti si preoccupano.

LEGGI ANCHE –> Gf Vip: Alfonso Signorini si sente male in diretta e abbandona lo studio

Festival di Sanremo, allarme per Fiorello: sta seguendo una dieta pericolosa, la “dinner cancelling”

Fiorello, sessant’anni portati splendidamente tanto da dimostrarne molti di meno, come tutti i personaggi pubblici, è molto attento alla linea, ragion per cui segue diete così drastiche che sollevano non poche polemiche e che soprattutto destano preoccupazione nei suoi fan. L’ultima, la “dinner cancelling“, prevede il digiuno dalle ore 17.00 alle ore 8.00. Del resto, “chi bello vuole apparire, un po’ di pene deve soffrire“, ha commentato lo showman.

LEGGI ANCHE –> Carlo Verdone, a Domenica In: ” Mi diede un calcio nel sedere “

La “dinner cancelling“, ideata dal nutrizionista tedesco Dieter Grabbe, consiste
in un digiuno intermittente visto che non ammette l’assunzione di cibo, come detto, tra le 17:00 e le 8:00 al fine di indurre l‘organismo ad attingere alle riserve di grassi e di zuccheri. Siccome in questi casi scatta immediatamente l’effetto emulazione, è opportuno ricordare che saltare i pasti non è una sana abitudine e che, comunque, prima di iniziare qualsiasi dieta occorre consultare un medico.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here