Bonus occhiali 2023. A chi è rivolto questa volta e come funziona

0
49

Si parla in questi giorni anche di un altro bonus ossia il bonus occhiali, noto anche come bonus vista.

Il tutto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 292 del 15 dicembre 2022. Quello che va precisato è che il contributo statale resterà valido fino alla fine dell’anno appena iniziato ossia il 2023.

Bonus occhiali 2023. A chi è rivolto questa volta e come funziona 2023-01-02
Bonus occhiali 2023. A chi è rivolto questa volta e come funziona
(pixabay.com)

Ovviamente alla base di tutto vi è l’obiettivo di supportare le famiglie che hanno meno possibilità ad acquistare occhiali da vista e anche delle lenti a contatto correttive. Quindi per beneficiare di questo bonus è importante avere un requisito di reddito.

Cosa c’è da sapere per la richiesta

Il bonus occhiali è un contributo una tantum che ammonta a 50 euro. Si riferisce a tutti coloro che hanno necessità di acquistare degli occhiali da vista e lenti a contatto correttive. Gli acquisti devono essere stati effettuati in un periodo specifico ossia dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2023. Vi è da precisare che è destinato alle famiglie con reddito Isee inferiore alla cifra dei 10mila euro. Attenzione dato che potrà essere richiesto soltanto una volta per ciascun membro del nucleo familiare. Come viene erogata l’agevolazione? Tramite voucher per una spesa ancora da effettuare oppure come un rimborso per un acquisto già fatto. Il bonus deve essere richiesto tramite la web app del ministero della Salute.Cosa devono fare i richiedenti? Devono registrarsi e autenticarsi tramite le varie forme d’identità digitale ossia Spid, Carta d’identità elettronica (Cie), o carta nazionale dei servizi (Cns). Fondamentale è fornire una serie d’informazioni obbligatorie che sono ovviamente quell del nome e cognome, codice fiscale, indirizzo mail e/o numero di telefono, dati anagrafici del familiare o dei familiari e la dichiarazione Isee. Per coloro che scelgono l’opzione rimborso sono necessari i seguenti documenti ossia il documento di acquisto, una copia digitalizzata della fattura o dello scontrino e le coordinate Iban. Per coloro che invece richiedono il voucher allora per loro basterà solo un’ autocertificazione del reddito.

Bonus occhiali 2023. A chi è rivolto questa volta e come funziona
Bonus occhiali 2023. A chi è rivolto questa volta e come funziona

Quello che va assolutamente precisato è che la domanda non può essere delegata a soggetti esterni al nucleo familiare. Circa il rimborso può essere effettuato solo sul conto corrente che appartiene al richiedente oppure appartenente a un componente della famiglia. Quello che farà l’INPS è di verificare i dati per fare in modo di controllare che il tutto sia a norma. In caso di esito positivo, il rimborso di 50 euro sarà accreditato sul conto corrente del richiedente. Per quanto riguarda il voucher, questo verrà emesso in formato digitale con apposito Qr code, attenzione dovrà essere speso entro 30 giorni dalla data di emissione. Nel momento in cui è scaduto il termine, risulterà invalidato e quindi il beneficiario dovrà ripetere da capo tutta la procedura, questo per fare in modo di ottenerne uno nuovo.  Quello che è importante da dire è che il bonus sarà assegnato rispettando un certo ordine cronologico di arrivo delle domande. Un dato significativo è che non tutti gli esercizi commerciali accetteranno il voucher, vi sono solo alcuni che sono accreditati e sono indicati proprio sulla piattaforma da consultare. Si tratta proprio di un elenco dei fornitori accreditati, e quindi aderenti all’iniziativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here