Yogurt: queste informazioni le devi sapere

0
69

Vi piacciono i yogurt? In questo caso allora dovete sapere le differenze di questi tre tipi

Cosa c’è di più buono, soprattutto con queste temperature caldissime di un bel yogurt fresco? Beh, se andate pazzi per questo genere di alimento dovete assolutamente sapere una cosa. Come ben avrete notato, anche nei banchi frigo dei supermercati ci sono diverse tipologie di yogurt: quello greco, il kefir e skyr.

Per quanto riguarda quello greco, si sa che ha numerose caratteristiche che lo rendono un ottimo alimento. Rispetto a quello normale ha un altro tipo di lavorazione. Presenta pochi grassi ed ha una consistenza più densa. Ma andiamo a vedere i dettagli precisi che li differenziano.

yogurt
Yogurt: queste informazioni le devi sapere (pixabay)

Il Kefir, ottimo per aiutare l’intestino

Il kefir presenta 41 kcal per 100 g di prodotto mentre lo skyr per 150 g presenta 100 kcal; 17 g di proteine; 7 g di carboidrati. Inoltre una delle cose più importanti da sapere è che il kafir e prodotto con latte vaccino e caprino e quello che lo differenzia maggiormente dallo yogurt normale è che è più ricco di probiotici.

Questi non altro che batteri buoni capaci di aiutare il nostro intestino, proteggendolo da eventuali infezioni come la salmonella. Inoltre contiene pochissime quantità di lattosio, quindi una persona che presenta una lieve intolleranza oppure non digerisce bene il latte lo può tenere in considerazione.

Yogurt skir, consigliato agli sportivi ma anche a chi è a dieta

Discorso diverso, invece è per lo Skyr, questo è prodotto con latte scremato e ha molte proteine e pochi grassi. E’ molto utilizzato dagli sportivi ma è buono anche per regolare la glicemia. Avendo pochi grassi è adatto a chi soprattutto vuole seguire una dieta bilanciata.

yogurt
yogurt (pixabay)

Insomma, cosa possiamo dire, se volete uno yogurt con pochi grassi, allora lo skyr fa al caso nostro. Se invece uno ricco di proteine ad esempio utile dopo ore di attività fisica, potete optare per il Kefir. Infatti, viene consigliato soprattutto nelle diete ipocaloriche, e in alcuni dolci.

 

Per tutte le altre news e non solo continuate a seguirci sempre su formatonews.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here