Cani antidroga in Parlamento “E’ arrivato il momento di stanare i politici”

0
322

Ci sono tracce di cocaina in 11 luoghi dell’edificio del Parlamento. Ora si pensa di usare cani antidroga per stanare i parlamentari colpevoli.

Stando a quanto riporta Il Giornale, il Parlamento starebbe affrontando un problema di droga. Cocaina, per la precisione. Questa è l’ipocrisia della politica. Condannare e demonizzare l’uso di stupefacenti per la popolazione comune, ma usare le stesse sostanze contro cui fa delle guerre. Questo ha fatto storcere il naso a molte persone. Perciò, si pensa di usare cani antidroga per stanare i parlamentari che fanno uso di cocaina all’interno degli edifici comuni.

Parliamo del Parlamento britannico. Questa la misura a cui le autorità di Westminster stanno pensando, dopo aver ricevuto delle informazioni legate ad un abuso sempre più marcato di cocaina nel Parlamento. Usare cani antidroga per stanare i parlamentari. Lo speaker della Camera dei Comuni, Sir Lindsay Hoyle, ha dichiarato che avvertirà la polizia riguardo ciò. Hoyle ha inoltre asserito che avrebbe aperto un’indagine legata all’uso di stupefacenti da parte dei parlamentari.

Tutto nasce dalla scoperta di tracce di cocaina rinvenute in alcuni luoghi di Westminster. Questo poiché tali luoghi sono accessibili solo a coloro che possiedono un lasciapassare del Parlamento. Il presidente della Camera dei Comuni, Charles Walker, ha dichiarato che il Parlamento ha già usato dei cani antidroga. Lo scopo dei cani era però quello di stanare degli esplosivi. Sarà la prima volta che dei cani antidroga vengono usati per cercare tracce di stupefacenti e risalire alle fonti.

Nei pressi delle residenze parlamentari, lo scorso mese, la polizia ha arrestato 15 persone per possesso di droga. In questo caso, cannabis. Secondo il Times varie fonti affermano che un cospicuo gruppo di deputati farebbe uso di cocaina. Questo sarebbe avvalorato dal fatto che siano state rinvenute tracce di cocaina in 11 dei 12 luoghi dell’edificio parlamentare sottoposti all’ispezione, bagni compresi.

È da tempo che Hoyle sostiene che il Parlamento avesse un problema con la droga. Lo speaker ha infatti dichiarato ciò nel 2019. Nel suo discorso, Hoyle ha detto che, oltre a combattere l’alcolismo, bisognasse anche combattere il problema degli stupefacenti. Ora, tantissime testimonianze e confessioni anonime supportano quest’affermazione. Adesso che questo segreto di Pulcinella è pubblico, l’intero scacchiere politico è pronto a dire la sua. I Liberal-Democratici vogliono un’inchiesta. Il ministro degli Interni si dichiara scandalizzata. Il portavoce della Camera asserisce che “ogni accusa di condotta illegale sarà denunciata alla polizia”. Boris Johnson, d’altra parte, annuncerà una controffensiva verso i cocainomani della classe media. Questo per far capire che nessuno può usare stupefacenti senza pagare le conseguenze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here