Giovanni, 91 anni, cede il suo vaccino alla mamma di un disabile: “E’ più utile a lei che a me”

0
419

Un signore di 91 anni ha rinunciato alla sua dose di vaccino anti Covid in favore di una donna con un figlio disabile.

cede vaccino mamma disabile

La situazione dei contagi in Italia ha ripreso a peggiorare. A preoccupare gli esperti è, soprattutto, la variante inglese che – a detta di una voce autorevole come quella del professor Massimo Galli – presto diventerà prevalente. Che fare allora? Spingere l’acceleratore sulle vaccinazioni. Purtroppo non tutti possono farsi somministrare il farmaco. E tra i soggetti ritenuti non idonei c’è Mattia, un ragazzo di 22 anni di Massa affetto da una grave disabilità. I genitori hanno deciso di non far vaccinare il ragazzo in quanto le sue condizioni di salute lo esporrebbero ad un rischio troppo grande.

Tuttavia, per tutelarlo da eventuali contagi, la mamma del giovane, Cinzia – attraverso il quotidiano La Nazione – la scorsa settimana aveva lanciato un appello affinché potessero farsi vaccinare lei e il marito i quali non rientrano in alcuna delle categorie prioritarie. La donna ha spiegato: “In uno scenario come questo, il vaccino per noi genitori che lo assistiamo potrebbe essere una soluzione”. Al suo appello ha risposto il signor Giovanni, 91enne residente a Carrara, in Toscana.

L’uomo – riporta Fanpage – avrebbe avuto l’appuntamento per farsi iniettare il vaccino anti Covid il prossimo giovedi, presso il suo medico di famiglia. Tuttavia ha scelto di donare la sua dose alla mamma di Mattia. Giovanni ha spiegato: “Ho la prenotazione per giovedì. Non so ancora l’orario ma di una cosa sono certo: voglio che la mia dose vada a lei. Ho avuto una vita lunga e una famiglia numerosa, credo che il vaccino sia più utile a Cincia che a me”.  Ma le autorità sanitarie potrebbero opporsi a questo meraviglioso gesto di solidarietà. Infatti approvarlo comporterebbe creare un precedente e aprire la strada ad uno scambio di priorità. Molte persone, per amicizia, amore o solidarietà, potrebbero rinunciare al vaccino e mettersi a rischio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here