Yacht Club de Monaco, la conferenza che fa il punto sul futuro della nautica da diporto

Allo Yacht Club de Monaco si fa il punto della situazione sul futuro della nautica da diporto: i dettagli del Cluster Yachting Monaco.

Tra competizioni sportive, concorsi e conferenze, lo Yacht Club de Monaco è anche quest’anno al centro del mondo della nautica da diporto, facendosi promotore e parte attiva di vari eventi che guardano al futuro e spingono per un settore sempre più innovativo ed ecosostenibile.

conferenza yacht club de monaco
Lo Yacht Club de Monaco ancora protagonista (foto: lapresse.it) – formatonews.it

Di recente, lo YCM ha ospitato il Cluster Yachting Monaco, un evento che ha riunito un centinaio di professionisti dello yachting e una flotta di yacht ormeggiati nella Marina YCM per il suo primo Open Day 2024; un occasione per fare il punto della situazione sul mercato e anche per guardare al futuro con parecchio ottimismo.

I dati raccolti hanno messo in evidenza l’incredibile sviluppo del settore, coi partecipanti che hanno anche chiarito gli obiettivi per il 2030, realizzando le loro rispettive previsioni; ecco tutti i dettagli emersi dal Cluster Yachting Monaco, riportati da LaPresse.

Custer Yachting Monaco allo Yacht Club de Monaco: i numeri del mercato e le previsioni per il futuro

Le relazioni portate all’evento hanno parlato di numeri veramente incredibili per il settore della nautica: ad oggi sono infatti 10.729 gli yacht a motore sul mercato, di cui 1.897 a vela; in cantiere ben 1.166 progetti, tra ordini e imbarcazioni attualmente in fase di costruzione. Numeri sicuramente incredibili, che vedono l’Italia grande protagonista: il 51,4% dei progetti sono infatti attualmente affidati a cantieri italiani, col Bel Paese che in termini di tonnellate lorde rappresenta nel totale il 40,1% della produzione mondiale.

dettagli del cluster yachting monaco 2024
I dettagli dall’evento (credits: screenshot clusteryachtingmonaco.mc)- formatonews.it

Il settore deve distinguersi nel miglior modo possibile. Il nostro Cluster è sempre citato come riferimento ed è uno dei migliori al mondo. Dobbiamo mantenere lo slancio” sono state le parole (come riporta LaPresse) di Bernard d’Alessandri, presidente di Cluster Yachting Monaco e segretario generale dello Yacht Club de Monaco. In aumento anche la produzione di superyacht, raddoppiata nell’ultimo decennio.

I dati fanno ben sperare per il futuro, dato che anche ora (con soluzioni come motori ibridi, diesel-elettrici ed elettrici, vele rigide, carburanti HVO/bio, energia solare, idrogeno/idrogeno verde, metanolo/metanolo verde e varie altre innovazioni) il mercato sta tendendo sempre di più verso la sostenibilità. La strada per il 2030 sembra tracciata. “Secondo me l’approccio a 360° è il più interessante. Bisogna sapere come ottimizzare uno yacht per raggiungere l’obiettivo di sostenibilità sono state le parole di  Artur Poloczanski, direttore delle pubbliche relazioni di Sunreef, durante il suo panel dedicato alle proiezioni del settore.

Impostazioni privacy