Dita gonfie come re Carlo d’Inghilterra? Puoi avere questi problemi

0
53

Dita gonfie come re Carlo d’Inghilterra? Puoi avere questi problemi: ecco quali potrebbero essere le cause.

Nei suoi primi giorni da re, Carlo III ha dovuto in primis gestire le esequie della madre, l’amatissima Elisabetta II; ai più attenti comunque non è sfuggito un dettaglio particolare, ovvero delle dita piuttosto gonfie.

dita gonfie carlo
Le dita gonfie potrebbero essere un segnale (foto: Mediaset Infinity).

Da cosa dipende questo? Non sono note particolari patologie per il nuovo re del Regno Unito, ma le dita gonfie in generale potrebbero essere date da queste patologie; ecco quali.

Dita gonfie come re Carlo d’Inghilterra? Puoi avere questi problemi

Stando a quanto riportato da Humanitas sul suo sito, avere dei dolori alle dita oppure averle gonfie potrebbe potrebbero segnalarci altri problemi per la nostra salute.

I sintomi possono essere diversi, a seconda ovviamente della causa scatenante; per quanto riguarda il dolore può essere acuto, oppur pulsante o simile a crampi, o ancora bruciore, con prurito e rossore o indolenzimento.

Delle volte, il gonfiore può tale da impedire il movimento e la funzionalità stessa di questi segmenti terminali; tra le possibili cause possiamo trovare la sindrome da tunnel carpale, oppure  infiammazioni e infezioni dei tendini flessori.

Altre cause comuni per questi sintomi sono varie infezioni, tra cui rientrano  l’artrite, l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica, disturbi della circolazione periferica, deficit del sistema linfatico, artrosi; delle volte volte, il gonfiore può essere dato da un fenomeno allergico.

Come specifica Humanitas, l’elenco non è completo e il quadro clinico potrebbe essere molto più vario; è dunque necessaria sempre una diagnosi medica per dettagli approfonditi.

dita gonfie carlo
Ecco cosa potrebbero voler dire le dita gonfie: in caso di dolore e gonfiore persistente o improvviso è necessario il consulto medico (Foto: Pixabay).

Nel caso si manifestassero questi sintomi, oltre che rivolgersi ad un medico specializzato nel caso i fastidi si protraggano nel tempo, oppure dopo traumi, febbre o gonfiore importante improvviso, possiamo procedere applicando impacchi freddi.

In caso di dolore intenso poi, ovviamente, è consigliato tenere a riposo la parte interessata; per fastidi prolungati comunque il vostro medico saprà darvi tutte le indicazioni necessarie per il vostro caso, intervenendo con la cura ritenuta più giusta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here