X, novità dal blocco: con questa novità cambia tutto

L’inflessibile spinta di Elon Musk a rinnovare Twitter, ora noto come X, continua con un altro importante cambiamento.

Nonostante la reazione negativa degli utenti e lo sconvolgimento della piattaforma causato dai cambiamenti precedenti, Musk sta ancora una volta scuotendo le cose, questa volta annunciando la sua intenzione di rimuovere la funzione di “blocco” della piattaforma.

X cambia gli effetti del tasto di blocco tra utenti
L’ultima rivoluzione annunciata da Elon Musk su X – Foto Ansa – formatonews.it

Questa funzionalità, utilizzata da tempo dagli utenti per filtrare le interazioni ed evitare coinvolgimenti indesiderati, potrebbe presto non far più parte dell’esperienza X (Twitter).  Ma cosa significa questo per la privacy degli utenti? Di seguito, ecco tutto ciò che occorre sapere.

Come funziona la funzione di blocco di X?

La funzionalità di blocco è servita come strumento importante per gli utenti per controllare le proprie interazioni e salvaguardare le proprie esperienze online. Bloccando account specifici, gli utenti potrebbero impedire loro di visualizzare i propri tweet, partecipare a conversazioni e seguirli. La funzione può essere utilizzata per prevenire molestie, abusi e attenzioni indesiderate. Puoi anche semplicemente bloccare qualcuno che non ti piace, di cui non ti piacciono i post o senza alcun motivo.

Come funziona la funzione di blocco di X?
X, cosa cambia dopo lo stop al blocco degli account – Foto Ansa – formatonews.it

L’annuncio che X stava rimuovendo la funzionalità di blocco è arrivato nel classico stile di Musk, tramite un tweet. In risposta a una domanda se esiste mai una buona ragione per bloccare qualcuno sulla piattaforma, Musk ha detto: “Il blocco verrà eliminato come “funzionalità”, ad eccezione dei DM”, riferendosi ai messaggi diretti. Quando gli è stato chiesto perché, ha detto che la funzionalità “non ha senso” e che gli utenti potrebbero invece utilizzare “una forma più forte di disattivazione dell’audio” per scopi simili. In particolare, il fondatore di Twitter, Jack Dorsey, ha risposto di essere d’accordo con la dichiarazione di Musk.

Musk non ha elaborato pubblicamente la logica del motivo per cui “non ha senso”. Il pubblico si è esposto con critiche alla decisione ancora da emanare, poiché le persone che affrontano molestie o stalking perderanno una tutela fondamentale se vogliono continuare a utilizzare la piattaforma. Molti ipotizzano che la motivazione nel rimuovere la funzione di blocco sia quella di aiutare a far crescere la piattaforma e rafforzare l’attività pubblicitaria del sito. Allo stesso tempo, il chiaro obiettivo di Musk di aumentare la sua influenza online è ampiamente noto, così come lo è la sua spinta per una versione di “libertà di parola” che corrisponda alle sue opinioni.

Anche se le intenzioni di Musk potrebbero essere radicate nella sua visione di rimodellare le interazioni digitali, la rimozione della funzionalità di blocco introduce una miriade di preoccupazioni, in particolare quando si tratta della privacy e della sicurezza degli utenti. La rimozione della funzionalità mina la capacità degli utenti di mantenere un certo grado di privacy personale online. Gli utenti che una volta facevano affidamento sul blocco per mantenere i propri aggiornamenti nascosti potrebbero non sentirsi più sicuri nell’usare X con la loro posizione, vita familiare, lavoro e altro ancora trasmessi a tali individui.

Impostazioni privacy