lunedì , 21 Ottobre 2019
Home » Prove » I miei pareri su Dunlop GPR 300
Dunlop gpr 300 pareri

I miei pareri su Dunlop GPR 300

Ho montato i Dunlop GPR 300 facendo un test di oltre 3000km e voglio esprimere le mie opinioni per chi cerca informazioni su queste gomme prima di acquistarle.
Ho voluto provare un prodotto di casa Dunlop dopo due fantastici treni di Mitas Sportforce Plus preceduti da un treno di Metzeler Rennsport.
La mia curiosità era data dal fatto che questi pneumatici sono montati come primo equipaggiamento da una nota casa motociclistica, oltre ad aver avuto il plauso di rinomate testate giornalistiche del settore. Il prezzo è concorrenziale motivo per il quale non ho esitato ad acquistarle e farle montare dal mio meccanico di fiducia.

Test

Inaugurati da una giornata di pioggia battente iniziata appena uscito dal meccanico, dopo i primi 100 chilometri fatti tranquillamente per levare la cera ho cominciato ad avere una guida più regolare. E’ la prima volta che mi trovo davanti ad una situazione del genere ma dopo 3000km con andature diverse posso asserire che questi pneumatici hanno 2 comportamenti differenti, ma sempre intuitivi, a seconda della velocità con la quale si entra in curva.
Sotto i 50 km/h tendono a chiudere subito la traiettoria tanto che ci puoi fare la gimkana con i birilli, probabilmente chi ha ideato queste gomme ha tenuto soprattutto conto di un uso cittadino a basse velocità dove bisogna destreggiarsi velocemente nel traffico tra pedoni ed auto in coda.
Sopra i 50 km/h tengono bene i curvoni veloci anche da fredde. Bisogna invece farle scaldare un po’ per divertirsi sul misto stretto altrimenti la moto tende ad allargare con l’anteriore o, nei tornantini, a derapare col posteriore. Una volta scaldate però hanno un buon grip durante tutta la percorrenza della curva.
Come già scritto, questo comportamento non è mai pericoloso e gli pneumatici ti avvisano per tempo quando è il momento di chiudere il gas per evitare di strafare.
A differenza delle Rennsport e delle Sportforce Plus i Dunlop GPR 300 sul bagnato hanno un’ottima aderenza e donano un bellissimo feeling di guida che trasmette sicurezza.
Accelerazione e ripresa sono sempre accompagnate da un ottima trazione.

Pressione

Insospettito inizialmente dal comportamento strano degli Sportmax GPR 300 a seconda della velocità, ho dato la colpa alla pressione delle gomme. In verità la pressione non c’entra molto, la motivazione sta nel fatto che come metro di giudizio avevo sia le Rennsport che le Sportforce Plus ovvero gomme più adatte ad uno stile di guida smaliziato.
Ho iniziato con 2.3 all’anteriore e 2.6 al posteriore per poi lasciare 2.3 all’anteriore e 2.5 al posteriore ma alla fine la migliore pressione per una guida un po’ più sportiva senza passeggero è sicuramente 2.2 all’anteriore e 2.5 al posteriore.
Con questi BAR il comportamento diventa più omogeneo sempre però mantenendo la peculiarità di chiudere subito le curve alle basse velocità.

Durata

A differenza di altri marchi che duravano 6000km e che a 3000km erano a metà battistrada, le Dunlop GPR 300 sono ancora perfette e poco logore. Durano di più nonostante la mescola abbia una generosa parte di silice che le conferisce morbidezza. Se sulla parte liscia del copertone si incastra una pietruzza e la si leva, si può notare come la gomma torni alla sua forma originale dopo molto tempo, questo fa intuire quanto sia morbida ma, come durata, è ai livelli di pneumatici più duri adatti a chi fa turismo o commuting con lunghe percorrenze a basse velocità.

In pista

Non ho avuto modo di provarle in pista ma non lo farei comunque! In un paio di uscite ho percorso la Appia che nel tratto lucano è stata da poco rifatta e per centinaia di chilometri offre un bellissimo misto stretto con tornanti, il tutto tra paesaggi bellissimi e limiti di 90km/h anche nelle curve più impegnative.
Ad asfalto perfetto le GPR 300 hanno bisogno di scaldarsi, mai sognerei di fermarmi per un caffè od un rifornimento e ripartire con uno stile di guida allegro. In pista non si fa la passeggiata domenicale ed anche gli amatori hanno bisogno di gomme subito calde e subito pronte.

Scopri QUI le misure disponibili dei GPR 300

Ho montato i Dunlop GPR 300 facendo un test di oltre 3000km e voglio esprimere le mie opinioni per chi cerca informazioni su queste gomme prima di acquistarle. Ho voluto provare un prodotto di casa Dunlop dopo due fantastici treni di Mitas Sportforce Plus preceduti da un treno di Metzeler Rennsport. La mia curiosità era data dal fatto che questi pneumatici sono montati come primo equipaggiamento da una nota casa motociclistica, oltre ad aver avuto il plauso di rinomate testate giornalistiche del settore. Il prezzo è concorrenziale motivo per il quale non ho esitato ad acquistarle e farle montare dal…

Consigli

Sul bagnato
Durata
Prezzo

Sul bagnato od alle basse velocità non hanno rivali e le consiglio a chi usa la moto tutto l'anno oppure a chi la utilizza in città come commuter. Per le uscite le consiglio a chi ha uno stile di guida rotondo e costante ma di tanto in tanto vuole piegare fino a toccare le pedane quando vede la strada libera e piena di curve. Ottime per il touring vanno scaldate bene se si vuole aprire nel misto stretto. Personalmente non le userei in pista ma le vedo un ottimo acquisto per chi vuole fare tanti chilometri senza spendere troppo.

User Rating: 5 ( 1 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.