Auricolari e cuffie fanno male? Cosa succede veramente

0
9

Quanti adolescenti e giovani adulti ascoltano costantemente la musica ad alto volume utilizzando strumenti come cuffie o auricolari.

Una nuova ricerca ha messo in risalto un grande rischio per molti giovani, addirittura si parla di un miliardo, che rischiano davvero di perdere l’udito proprio a causa dell’aumento dell’uso di cuffie e auricolari e dell’ascolto di musica ad alto volume attraverso questi dispositivi. La cifra che spaventa riguarda circa 430 milioni di persone che soffrono d’ ipoacusia che è davvero una patologia molto invalidante per coloro che ne sono colpiti.

Auricolari e cuffie fanno male_ Cosa succede veramente2023-01-18
Auricolari e cuffie fanno male. Cosa succede veramente – Formatonews

Facciamo una precisazione in merito:L’ipoacusia è l’indebolimento dell’apparato uditivo dovuto a un danno o alla degenerazione di uno o più dei suoi componenti”. Il dato inquietante è che le persone senza rendersene conto alzano il volume dei dispositivi, e non parliamo solo per ascoltare della musica, ma alzano anche il volume dei telefoni e altri dispositivi, a circa 105 decibel, quindi allo stesso livello dei luoghi in cui la musica viene suonata, e parliamo di luoghi ludici in cui si concentra tra 104 e 112 decibel. Non dobbiamo dimenticare che non vanno superati gli 80 decibel per la fascia degli adulti e 75 decibel per la fascia dei bambini. Quindi le cuffie sono davvero una causa importante di perdita dell’udito e questo dato non va assolutamente sottovalutato.

Cosa ha stabilito la ricerca in merito

Quello che i ricercatori hanno cercato di mettere in risalto è proprio un’attenta analisi per stimare quanti giovani sono davvero a rischio di perdita dell’udito. I risultati sono davvero preoccupanti. I ricercatori si sono messi al lavoro studiando i database di ricerca per gli studi in merito all’argomento che sono stati pubblicati in lingua inglese, francese, spagnolo e russo. Questi studi coinvolgono una platea di persone di età compresa tra 12 e 34 anni. Circa la nuova ricerca sono stati condotti 33 studi esistenti su 35 record con poco meno di 20.000 partecipanti in totale. Si è verificato un dato molto importante da considerare ossia che 17 si sono concentrati su dispositivi di ascolto personali mentre gli altri 18 si sono concentrati proprio su quelli che sono i luoghi d’intrattenimento. In questi luoghi tutto è molto amplificato.

i luoghi d'intrattenimento. In questi luoghi tutto è molto amplificato.2023-01-18
I luoghi d’intrattenimento musicale. In questi luoghi tutto è molto amplificato – Formatonews

Il rischio di perdita dell’udito che i ricercatori hanno messo in risalto è stato condotto proprio dalla ricerca considerando una popolazione globale stimata di fascia di età di 12-34 anni nell’anno 2022, ossia siamo sulla cifra totale dei 2,8 miliardi. Quello che è emerso è che una percentuale del 24% dei giovani ascolta la musica a volume davvero troppo alto sui propri dispositivi. Ossia utilizzando cuffie per amplificare il suono. Mentre invece una percentuale del 48% di questi giovani si reca regolarmente a concerti dove il volume della musica viene davvero troppo amplificato. Si tratta di luoghi come discoteche oppure concerti, dove gli spazi sono davvero ampi e dove la musica è davvero all’ennesima potenza. Proprio analizzando questi dati e queste cifre i ricercatori affermano che il numero globale di adolescenti e giovani adulti che sono proprio a rischio alto, nel senso che potrebbero rischiare la perdita dell’udito, si concentra da 0,67 e 1,35 miliardi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here