venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Torrente: “Contro il Lanciano ci vorrà il miglior Bari”

Torrente: “Contro il Lanciano ci vorrà il miglior Bari”

Il tecnico biancorosso si aspetta dai suoi ragazzi una buona prova dopo il ko di venerdì scorso a Reggio Calabria

 

Da domani contro il Lanciano, fino a fine del campionato, per il Bari saranno sette finali. La sconfitta di Reggio Calabria ha riportato la squadra biancorossa nella zona calda della classifica complicando, di molto, la strada verso una tranquilla salvezza. Contro gli uomini dell’ex Gautieri i ragazzi di Torrente dovranno offrire una nuova prova di forza per cercare di portare a casa quei tre punti che sarebbero davvero importanti per il prosieguo del campionato biancorosso. Contro il Lanciano, Torrente potrà contare nuovamente sull’apporto di Polenta e Sciaudone dopo aver scontato un turno di squalifica, ma dovrà fare a meno di Romizi, squalificato. In attacco tornerà a disposizione Caputo. Questa, quindi, la probabile formazione che potrebbe scendere in campo domani pomeriggio al San Nicola. Lamanna tra i pali; difesa con Sabelli, Ceppitelli; Dos Santos e Rossi. Centrocampo a tre con Defendi, Sciaudone e Bellomo. In attacco Iunco, Caputo e Ghezzal.

 

“Dobbiamo vincere giocando con calma, avendo rispetto del Lanciano che non è più la squadra incontrata all’andata. E’ una squadra che è migliorata con gli inserimenti di gennaio e, soprattutto, è cresciuta come squadra”. Ha esordito così mister Torrente nella consueta conferenza stampa pre – partita. Il tecnico di Cetara vuole vincere la gara di domani per allungare in classifica. “Noi cerchiamo di vincere ogni gara. Se poi ci riusciamo o meno, tutto dipende da noi. Se giochiamo come sappiamo fare e come abbiamo dimostrato nell’ultimo mese di marzo, non ce n’è per nessuno. Se invece giochiamo come abbiamo fatto nel primo tempo contro la Reggina, dove dopo la rete subita abbiamo perso la testa e abbiamo fatto un po’ di confusione, allora rischiamo. Contro il Lanciano dobbiamo giocare come sappiamo, con quell’atteggiamento aggressivo, con concentrazione, con umiltà e applicazione. In questo momento non puoi sbagliare nulla. Ci vuole tanta rabbia, fame e lottare su ogni pallone e su ogni centimetro di campo. Solo così si vincono le partite, cosa che è stata fatta nel mese di marzo e ad inizio stagione. La nostra è una squadra che, come cala di tensione, la paga subito contro chiunque. Questo è un campionato che ti stressa a livello mentale e, se non hai la capacità mentale di superare i momenti – no, rischi. Di facile non c’è niente”.

 

Torrente si aspetta che per questa delicata gara contro il Lanciano al San Nicola possano esserci più spettatori visto che la società ha chiamato a raccolta i tifosi proponendo loro prezzi popolari per le curve e per le tribune. “Per quanto riguarda i tifosi, grande iniziativa da parte della società. Il Bari è un patrimonio della città, ma è anche un patrimonio calcistico italiano. Noi, con il loro aiuto, possiamo centrare il nostro obiettivo, quello prefissato ad inizio stagione. Diventa fondamentale il loro sostegno per questi ragazzi che lo meritano per tutto quello che hanno fatto fino ad ora. Altri giocatori hanno dato una immagine negativa di questa città e di questa società. Al contrario, noi in questi due anni, stiamo cercando di dare una immagine positiva. E’ fondamentale, però, mantenere la categoria. Domani avremo bisogno del loro sostegno. Quello che conta è l’amore per questa maglia”.

 

A questo punto il tecnico di Cetara ha parlato del Lanciano, squadra che nel girone di ritorno, in trasferta, hanno perso solo a Livorno. “I numeri sono importanti. Dimenticate il Lanciano visto all’andata. Ora è una squadra diversa, che gioca bene e che ha inserito due – tre elementi funzionali per il loro tipo di gioco. Non hanno nulla da perdere perché tutto quello che stanno facendo lo stanno facendo molto bene. Se dovessero centrare l’obiettivo salvezza avranno fatto un grandissimo campionato. Chi ha da perdere siamo noi, non gli altri. Domani ci vorrà il miglior Bari, come sempre”.

 

E su Bellomo ha detto. “Domani potrebbe essere la partita giusta per lui”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.