mercoledì , 24 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Torrente: “Col Padova dovremo giocare con massima intelligenza e attenzione”
torrente conferenza stampa

Torrente: “Col Padova dovremo giocare con massima intelligenza e attenzione”

Torrente: “Col Padova dovremo giocare con massima intelligenza e attenzione”
Il tecnico biancorosso si è espresso così nella conferenza stampa odierna

Terzo risultato utile consecutivo e a soli due punti dalla matematica salvezza. E’ questo il responso  della 31 giornata di campionato per la formazione biancorossa. Sembra che sabato scorso al “Rigamonti” di Brescia  la squadra di Vincenzo Torrente abbia messo finalmente alle spalle il periodo di crisi nel quale era caduto pochi mesi fa e dal quale non riusciva più ad uscirne. Anche il tecnico biancorosso, oltre che ai suoi ragazzi, si è detto più che soddisfatto della prestazione dell’intera squadra in terra lombarda. Ora Lamanna e company sono attesi, già da domani sera al San Nicola, ad un’altra difficile partita contro il Padova “ferito” dopo l’ultima sconfitta interna di campionato contro la Pro Vercelli. Contro i veneti sarà importante, ancora una volta, dare continuità di risultati per arrivare quanto prima ad una salvezza tranquilla.

 L’odierna conferenza stampa di Torrente è iniziata parlando di una probabile panchina domani contro il Padova di Bellomo. “Vedremo quello che deciderò su Nicola. Se portarlo in panchina lo deciderò solo domani. Sicuramente farò riposare qualcuno. In difesa non farò riposare nessuno. Polenta sta un po’ meglio e bisognerà vedere se potrà essere disponibile o meno. Per quanto riguarda ancora Bellomo credo che se ne sia parlato un po’ troppo. Lasciamolo tranquillo. Ripeto, sto pensando se farlo riposare o meno. Il giocatore ha bisogno di fare una prestazione delle sue. Bellomo può fare sicuramente meglio. Bellomo ci ha abituato molto bene”. Contro il Brescia il tecnico biancorosso ha colto segnali positivi. “A Brescia ho visto una squadra concreta, solida anche se con un po’ di attenzione in più potevamo evitare il goal del pareggio. Ho visto una squadra che si è aiutata, che non ha mai mollato e che ha cercato il risultato. A Brescia, nella ripresa, abbiamo avuto un paio di ripartenze che potevamo sfruttarle meglio. Per quanto riguarda i singoli De Falco è entrato in campo voglioso di fare bene. E’ entrato subito in partita, ha dato equilibrio a centrocampo, fisicamente e mentalmente l’ho visto meglio. E’ un giocatore sicuramente recuperato. Un altro giocatore che si sta confermando a centrocampo è Defendi, così come lo stesso Sciaudone che sta giocando in un ruolo per lui nuovo”. E su Ghezzal, Torrente si è espresso così. “Penso che al di la della rete segnata Ghezzal può fare ancora di più. Come spirito di sacrificio e come applicazione sta facendo davvero tanto. Con le qualità che ha può fare sicuramente qualcosa in più”. Poi l’attenzione di Torrente si è soffermata sulla partita di domani sera. “Il Padova fuori casa si esprime meglio, si sentono molto più liberi, mentre in casa hanno difficoltà di fare risultato davanti al proprio pubblico. Fuori casa diventano un’altra squadra, sono una squadra di valore con giocatori come Bonazzoli, Cutolo, Farias e Babacar che è un ragazzo interessante. Bisognerà stare attenti perché potrebbe essere una partita – trappola. In queste situazioni i giocatori o danno qualcosa in più o si rischia di fallire. Il Padova ha sicuramente voglia di riscatto. Contro di loro dovremo dare continuità alla vittoria interna contro la Juve Stabia. Contro i veneti dovremo giocare con intelligenza, senza avere fretta e frenesia di fare subito risultato. Il Padova è una squadra che sfrutta molto le ripartenze. Calori ha un’ottima squadra, di valore che verrà a giocarsi la partita per centrare l’obiettivo di inizio stagione che è quello dei playoff. Sarà una partita non facile”. Il pareggio di Brescia non ha lasciato Torrente ne con l’amaro in bocca ne rammaricato. “Se devo essere sincero il pareggio è stato il risultato giusto per quello che hanno fatto vedere in campo entrambe le squadre. Il rammarico è solo per il fatto che dopo essere passati in vantaggio abbiamo subito un goal che si poteva evitare. Inoltre non siamo riusciti a sfruttare quelle due ripartenze dove potevamo chiudere la partita. Ad essere sincero il risultato di Brescia è giusto perché arrivato su un campo difficile”. E sul fatto che gli attaccanti continuano a sbagliare palle – goal incredibili, il tecnico di Cetara ha detto. “Incredibili no. Al contrario, l’attacco ha iniziato a fare goal. Sono andati in rete Tallo, Caputo, Ghezzal. Ho detto che non abbiamo sfruttato quelle due ripartenze avute, potevano essere gestite meglio, ma può succedere”.

Di Micol Tortora 

torrente conferenza stampa
torrente conferenza stampa

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.