venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Torrente: “Ci vorrà massima concentrazione e pazienza”
torrente conferenza stampa

Torrente: “Ci vorrà massima concentrazione e pazienza”

Contro il Livorno il tecnico biancorosso vuole continuare a dare continuità di risultati dopo la bella e convincente prestazione di domenica sera ad Empoli

 

Dopo la bella e convincente prestazione di Empoli, il tecnico Torrente vuole dare continuità di risultati anche domani sera al San Nicola contro il Livorno, una delle formazioni che si esprime meglio fuori casa che in casa. Alla vigilia di questa difficile gara Torrente si aspetta dai suoi ragazzi un’altra buona prova come quella di Empoli. “Domani sera proveremo a fare un’altra buona gara, come sempre. Sappiamo che non sarà facile perché incontreremo un’ottima squadra che viene da un risultato positivo e vorrà continuare il suo cammino per centrare l’obiettivo della promozione”.

 

Al tecnico di Cetara brucia ancora la sconfitta dell’andata. “Mi brucia ancora la sconfitta dell’andata perché in quell’occasione abbiamo trovato un grande Fiorillo. Per quello che avevamo fatto sul campo meritavamo sicuramente il pareggio. Quel giorno abbiamo incontrato un grande portiere che ha fatto un paio di parate determinanti. Proveremo a battere il Livorno così come abbiamo fatto in queste ultime gare”.

 

Dopo la vittoria sull’Empoli il tecnico biancorosso ha avuto i complimenti da parte del presidente del Livorno, Spinelli. Ecco cosa ha detto in merito il mister biancorosso. “Al presidente del Livorno mi legano la stima e la simpatia perché siamo stati insieme tredici anni. Forse sono stato il primo acquisto dell’era Spinelli. Al di la di questo spero domani sera di dargli un dispiacere così come ho fatto un anno fa e come ho fatto in passato. Queste sue dichiarazioni le conosco e, quindi, spero di dargli un dispiacere visto che non mi ha mai preso in considerazione”.

 

Torrente ha poi spiegato cosa è cambiato nella squadra dal 24 febbraio, giorno della “debacle” di Vercelli al 24 marzo. “E’ cambiato che abbiamo fatto dei risultati positivi ed è cambiato il fatto che la squadra si è ritrovata sul piano del gioco e dei risultati. Era capitato un periodo no ed è stato importante reagire e mettersi in carreggiata come abbiamo fatto. Ancora, però, no abbiamo fatto ancora niente. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, continuare su questa strada con grande umiltà perché la strada è ancora lunga e difficile. Basta perdere una o due partite e ti ritrovi di nuovo in una situazione difficile. Siamo stati bravi fino adesso dando continuità, quella continuità che ci è mancata nel periodo di dicembre, ma soprattutto di febbraio. L’importante è dare continuità di risultati. La scorsa volta si parlava del Livorno perché la squadra toscana era già forte lo scorso anno. Con due – tre acquisti mirati è una squadra che oggi lotta per la promozione”.

 

Poi il tecnico di Cetara ha parlato della crescita sia di Romizi che di De Falco. “Stanno crescendo entrambi. Contro l’Empoli De Falco ha fatto bene per più di un’ora quando è stato in campo. Romizi, quando è entrato in campo, ha fatto subito bene. Per domani sera dovrò valutare la loro condizione però entrambi stanno bene. Domani deciderò”.

 

E su Bellomo ha detto. “Nicola sta bene, sta migliorando. Adesso dovrà sfruttare l’occasione che gli verrà data. Lo vedo più sereno, più tranquillo”.

 

A questo punto Torrente ha parlato del Livorno. “Il Livorno è una squadra brava a difendersi e sono bravi soprattutto nelle ripartenze. In attacco hanno giocatori importanti anche se hanno perso Siligardi, giocatore che ha fatto la differenza fino a quando non si è fatto male. Hanno attaccanti bravi a sfruttare le ripartenze e bravi ad attaccare in profondità e nel finalizzare. Contro il Livorno ci vorrà un Bari tipo quello di Empoli e tipo quello sceso in campo contro la Juve Stabia. Ci vorrà massima concentrazione perché come il Verona, il Livorno è una squadra che al minimo errore può far male”.

 

Il tecnico biancorosso spera che domani sera al San Nicola ci possa essere più pubblico che possa incitare la squadra. “Sarebbe bello avere più pubblico domani sera. Spero che contro il Livorno possano venire allo stadio più tifosi per sostenere questi ragazzi che hanno bisogno di loro”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.