martedì , 27 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Spezia corsaro a Bari

Spezia corsaro a Bari

Su un campo reso quasi impraticabile dalla pioggia battente gli uomini di mister Mangia sono riusciti ad espugnare il “San Nicola” con le reti di Carrozza e di Ebagua entrambe nel secondo tempo

 

Sono bastate le reti di Carrozza e di Ebagua entrambe arrivate nella ripresa a regalare alla compagine di mister Mangia il suo secondo risultato positivo da quando ha sostituito in panchina Stroppa. Sotto una pioggia battente dal primo all’ultimo minuto i biancorossi si sono fatti pericolosi nei primi diciotto minuti di gioco quando Sciaudone, al decimo minuto, su cross dalla destra di Defendi ha mandato alta una palla che doveva solo essere spinta in rete. Nella ripresa si è vsita un’altra partita con uno Spezia che ha cercato più dei biancorossi la rete del vantaggio che è arrivata al 5° quando Carrozza su punizione è riuscito ad insaccare. In questa circostanza la barriera del Bari più che fare filtro si è aperta lasciando passare il forte tiro. Al 37° la squadra di Mangia raddoppia con Ebagua dopo un errore di Chiosa nel respingere il pallone. Dopo due minuti la squadra di casa realizza la rete dell’ 1 – 2 con Fedato che con un tiro dalla destra beffa Leali. A questo punto dopo questa sconfitta la situazione in classifica per i biancorossi diventa davvero preoccupante.

 

LA CRONACA:

 

Al 10° minuto del primo tempo cross dalla destra di Defendi, Sciaudone solo in area tira di piatto destro. Palla alta sulla traversa. Dopo solo due minuti Fedato servito da Beltrame sulla sinistra fa partire un tiro a giro che va fuori sulla destra di Leali. Al 18° tiro di Sciaudone dalla sinistra, palla parata dal portiere. Dopo due minuti l’arbitro Maresca di Napoli, non proprio positivo il suo esordio, ammonisce Fossati per fallo di gioco. Dopo otto minuti Ebagua, servito da Sammarco, tira debolmente di sinistro fuori. Al 32° occasione da goal per lo Spezia con un tiro da dentro l’area piccola del Bari di Catellani respinto da Guarna. Dopo tre minuti tiro da fuori di Fedato parato centralmente dal portiere spezino. Al 45° a finire sul taccuino dell’arbitro è questa volta Sabelli per fallo su Seymour.

 

Nella ripresa al 1° minuto tiro di Carrozza respinto in angolo da Guarna. Al 2° Maresca ammonisce Fedato, già diffidato, per fallo su Baldanzeddu. Dopo un minuto l’arbitro ammonisce Bovo per fallo su Fedato. Ancora un’ammonizione per il Bari al 4°. A finire sul taccuino è questa volta Ceppitelli, anch’esso diffidato, per fallo tattico. Al 5° lo Spezia passa in vantaggio su una punizione calciata dal limite da Carrozza che beffa Guarna. Al 12° mister Alberti manda in campo Joao Silva per Beltrame. Al 13° l’arbitro ammonisce Lisuzzo per fallo sul neo entrato Joao Silva. Al 15° si rivede in attaco il Bari con un tiro di Sciaudone su passaggio di Fedato, alto. Dopo un minuto espulso Fossati per fallo su Migliore. Al 18° tiro di Defendi da fuori pallone che finisce sulla destra del portiere spezino. Al 27° conclusione di Joao Silva di poco fuori sulla destra di Leali. Al 29° mister Mangia manda in campo Sansovini per Carrozza. Al 33° l’arbitro ammonisce Catellani per fallo su Sabelli. Al 37° lo Spezia raddoppia con Ebagua su errore in difesa di Chiosa. Dopo due minuti tiro di Fedato dalla destra e palla che finisce sotto la traversa. Il Bari dimezza le distanze. Al 40° in campo l’ex barese Rivas per Catellani. Al 41° Lionetti prende il posto di Sabelli. Al 45° ammonito Leali per perdita di tempo.

 

LE FORMAZIONI:

 

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Ceppitelli; Chiosa; Polenta; Defendi; Fossati; Sciaudone; Galano; Beltrame; Fedato. A disposizione Pena; Altobello; Vosnakidis; De Falco; Statella; Lugo; Partipilo; Joao Silva; Leonetti.

 

SPEZIA ( 4 – 3 – 3 ): Leali; Migliore; Ceccarelli; Lisuzzo; Baldanzeddu; Bovo; Sammarco; Seymour; Carrozza; Catellani; Ebagua. A disposizione Valentini; Ashong; Borghese; Magnusso; Rivas; Sansovini; Henty; Ferrari; Moretti.

 

90°:

 

Alberti: “Quella odierna è stata una partita strana perché nel primo tempo abbiamo fatto tanto gioco in mezzo al campo dove abbiamo avuto la prima occasione con Sciaudone e loro hanno avuto una occasione dove, però, Guarna è stato molto bravo. E’ stata una partita molto equilibrata, loro hanno provato a giocare perché anche sabato hanno messo in campo questa filosofia. Noi non abbiamo corso grossi rischi tranne in una occasione. In attacco ci siamo resi pericolosi meno delle altre volte. Potevamo sfruttare al meglio due contropiedi con Beltrame. Nel secondo tempo le condizioni del campo di gioco erano particolari. Abbiamo commesso una ingenuità enorme sul primo goal loro. Viste le condizioni del campo non era semplicissimo ribaltare la situazione. C’è stata l’espulsione di Fossati che secondo me è stata eccessiva. La prima ammonizione è stata giustificata, ma non la seconda perché è stata una mezza spallata a metà campo. E’ stata una partita non cattiva ma l’arbitro ha ammonito molti calciatori. Era facile che qualcuno potesse incorrere nella seconda ammonizione. In dieci uomini la squadra ha messo tanto coraggio, tanto cuore e abbiamo costretto lo Spezia alla difensiva non correndo più nessun rischio. Il secondo goal è stato un’altra ingenuità che paghiamo a carissimo prezzo. Nonostante questo non ci siamo arresi e abbiamo avuto la forza di crederci. E’ stato molto bravo Fedato a riaprire la partita ma questo non è bastato. Credo che la gara si è giocata su ingenuità. Noi siamo stati più ingenui di loro”.

 

Defendi: “Il rammarico è che abbiamo perso una partita per errori nostri e non per meriti dello Spezia. Dobbiamo cercare di prendere gli aspetti positivi e ripartire già da domenica. Andremo a Novara per vincere cercandolo di fare con maggiore concretezza e determinazione”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.