domenica , 23 aprile 2017
Home » Bari Calcio » “Sono molto soddisfatto dei tre nuovi”

“Sono molto soddisfatto dei tre nuovi”

E’ quanto ha dichiarato oggi esordendo in conferenza il tecnico Alberti sui nuovi acquisti

 

Domani il Bari è atteso da una difficile gara a Brescia dopo il ko subito dai biancorossi quasi sette giorni fa in casa contro la Reggina. Ma in casa biancorossa oltre al pensiero alla partita di domani c’è anche un pensiero al mercato di riparazione che si chiuderà questa sera alle 23. Mister Alberti è decisamente soddisfatto dei tre nuovi acquisti. “Devo dire che ancora i tre nuovi non sono arrivati nel senso che manca ancora l’ufficialità. Ci siamo ma non c’è ancora nulla di ufficiale. A me piace sempre aspettare le firme e l’ufficialità perché all’ultimo momento il calcio come nelle altre attività può accadere di tutto. Devo dire che sono molto soddisfatto dei tre nuovi perché sono tre ragazzi che hanno il profilo giusto per completare questa rosa. Inoltre la società mi ha garantito che farà di tutto per avere un attaccante, non è facile ne per il mercato ne per la nostra situazione. Confido molto nel direttore e sono convinto che alla fine come per questi tre giocatori riuscirà a fare qualcosa d’importante. Sono molto soddisfatto per questo. Se i contratti dei nuovi dovessero essere depositati in tempo domani i tre ragazzi saranno con noi”.

 

Il tecnico del Bari ha spiegato anche che i tre, Zanon, Nadarevic e Valera, sono giocatori già disponibili. “I ragazzi saranno in ritiro con noi. Zanon è già arrivato a Bari mentre gli altri due ci raggiungeranno questa sera. Se le cose dovessero andare come noi auspichiamo, domani faranno parte del gruppo. Per il resto del gruppo sono tutti disponibili. Il mercato chiude questa sera, domani dobbiamo giocare una partita per noi molto importante. Se da ora fino a questa sera dopo cena accade qualcosa ne prenderemo atto. Visto che il mercato è aperto ci potrebbe essere anche all’ultimo momento la partenza di qualcuno. Per domani dobbiamo aspettare che tutto questo si concluda per vedere i ragazzi che scenderanno in campo. Il modulo rimarrà lo stesso, giocheremo sempre con il 4 – 3 – 3, ma per quanto riguarda la formazione è giusto aspettare che si concluda il mercato in modo che sapremo chi avremo a disposizione per mettere in campo una squadra che chiunque scenderà in campo, mi aspetterò una prova di carattere, con tanta voglia di riscatto da parte di tutti. Affronteremo questa gara senza due giocatori importanti come Romizi e Fossati, squalificati e con un Polenta ancora infortunato e con queste situazioni di mercato che danno un briciolo di incertezza. Io sono comunque fiducioso”.

 

E sulla gara di domani Alberti ha detto. “Incontriamo una squadra che tranne la sconfitta di sabato scorso dopo tre vittorie ed un pareggio il Brescia è una squadra che è stata costruita per avere il ruolo da protagonista in questo campionato. Confido molto nei ragazzi, sulla loro voglia di riscatto e di mettere in campo tanta personalità e tanto carattere”.

 

Il tecnico biancorosso ha parlato anche della decisione del Tnas sul caso Caputo. “Dal punto di vista umano mi spiace tanto. Per noi era il giocatore ideale per poter completare quel reparto. Come dico sempre bisogna sempre guardare avanti. A lui auguro le migliori fortune dal primo luglio in poi. Noi nonostante questo siamo convinti di ripartire e di avere tutte le possibilità per portare a termine questo campionato anche senza Ciccio Caputo. Personalmente mi dispiace molto per il giocatore perché in questi mesi ho avuto anche modo di conoscerlo sotto un punto di vista umano. Sono rimasto colpito. Professionalmente non avere un calciatore con le sue qualità dispiace. Ho fiducia negli altri ragazzi, ho fiducia anche sui nuovi arrivi; andremo avanti riuscendo a fare bene comunque”.

 

Con l’arrivo dei nuovi si arricchisce il reparto degli esterni. “I nuovi arrivati hanno caratteristiche diverse perché Valera che è un ’91, è un giocatore di grandissima qualità che ha bisogno di continuità e di trovare il giusto ambiente per poter esprimere le grandi qualità che ha. Qualche volta ha fatto anche la seconda punta. E’ un sinistro, il Palermo ha investito qualche anno fa molti soldi. L’ho visto giocare anche in nazionale dove ha fatto anche la seconda punta. L’anno scorso ha fatto un’esperienza in Bulgaria. Nadarevic, al contrario dell’uruguaiano, è un giocatore diverso. E’ un giocatore che ha grande forza, grande gamba. Al Varese ha fatto molto bene con il 4 – 4 – 2 giocando esterno di centrocampo. Quest’anno a Cesena non ha trovato tantissimo spazio ma ha grande voglia di mettersi in discussione e di darci una mano. Sono molto felice che lui sia con noi sempre se le cose si concluderanno come tutti noi speriamo. Per quanto riguarda poi Zanon è un giocatore che a me è sempre piaciuto. L’ho seguito anche negli anni in cui lui era in Lega Pro, poi andò a Pescara. E’ un giocatore che ha tantissima qualità, giocatore resistente, veloce. Col Pescara di Zeman ha fatto molto bene contribuendo a far salire in serie A il Pescara. Anche lui ha espresso il desiderio di tornare in una categoria superiore. Si è messo subito a disposizione quindi da questo punto di vista sono molto ma molto soddisfatto. Se considero quello che sta accadendo in Italia, conoscendo il mercato, aver portato questi calciatori va dato merito a chi ha fatto tutto questo”.

 

Con i tre nuovi innesti la squadra sembra essere diventata un po’ più forte. Ecco cosa ne pensa mister Alberti. “La squadra ora è completa perché abbiamo avuto qualche partenza e abbiamo cercato di sostituirli con altri tipi di giocatori con altre caratteristiche. Davanti ci manca un giocatore anche dal punto di vista numerico perché Zanon, all’occorrenza, potrebbe fare anche il laterale di sinistra, lo ha già fatto per cui ci da anche qualche alternativa. Sugli esterni siamo coperti, come punte centrali sicuramente qualcosa ci manca. Se dovesse arrivare una punta bene, altrimenti va bene così. Ora questo Bari è più concreto sotto il punto di vista dei calciatori perché un giocatore esterno come Nadarevic con il 4 – 4 – 2 è un esterno ideale. Sarà poi sempre il campo a stabilire le gerarchie. Il giocatore è arrivato qui per crescere e per fare esperienza”.

 

Contro il Brescia mancheranno i due registi bassi della squadra, Romizi e Fossati. Il tecnico del Bari starebbe pensando di spostare a centrocampo Del Vecchio. “Del Vecchio può fare benissimo il ruolo di centrocampista. Rispetto agli altri ha bisogno del ritmo – partita. Prima inizia e meglio è”.

 

Quella che va a concludersi per il Bari calcio non è stata una settimana tranquilla. Alberti ha spiegato come sta vivendo lo spogliatoio questo momento particolare. “Lo spogliatoio lo sta vivendo in maniera molto serena, anzi è anche un modo per raddoppiare gli sforzi anche se nessuno si è mai tirato indietro. E’ un momento dove tutti noi dobbiamo restare tutti uniti, come lo siamo sempre stati. Una cosa che voglio ricordare a tutti è che la squadra è della città e dei tifosi. A me piace sempre vedere i lati positivi e ho scoperto un grande attaccamento che c’è a Bari per la squadra. Nello stesso tempo, però, vedo anche qualcuno che non so per quale motivo vede le cose in maniera diversa. Io credo che il Bari sia un patrimonio, ognuno con il suo ruolo, ognuno con le proprie competenze deve fare in modo di tenere questo patrimonio il più stretto possibile perché il club è un patrimonio della città, dei tifosi e della gente”.

 

E su Caracciolo il tecnico la pensa così. “E’ un giocatore importante perché penso che sia un giocatore che numericamente abbia fatto più goal di tutti come ha fatto nelle altre categorie. E’ un giocatore che sta molto bene e che può fare giocate importanti anche in questo momento”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.