domenica , 25 giugno 2017
Home » Bari Calcio » “Questa partita nasconde tante insidie”

“Questa partita nasconde tante insidie”

E’ quanto pensa il tecnico biancorosso Alberti alla vigilia della gara di lunedì sera al “San Nicola” contro il Cittadella

Il posticipo tra Bari e Cittadella sarà una gara che i biancorossi dovranno vincere a tutti i costi dopo i risultati odierni per continuare a sognare. Ma il tecnico Alberti è conscio che contro il Cittadella non sarà facile. “So che loro stanno attraversando un buonissimo momento perché hanno fatto nelle ultime sette partite cinque vittorie, un pareggio ed una sconfitta con la prima in classifica, il Palermo, disputando un buon primo tempo. Il Cittadella è una squadra in salute. E’ una squadra che conosce benissimo il campionato quindi sanno come gestire anche i momenti finali di una stagione. Lunedì ci aspetta una partita molto ma molto difficile contro una squadra che sta facendo buonissime cose. Hanno trovato la quadratura del cerchio, hanno trovato fiducia. Fino a poco tempo fa sembrava una squadra spacciata e invece si giocherà fino alla fine le sue chance. Mancano ancora tre gare alla fine e credo che per noi delle tre gare sicuramente la partita più difficile è proprio quella di lunedì. Di questo ne sono convinto. Dovremo preparare la gara molto ma molto bene perché sarà un ostacolo difficilissimo da superare”.

Alberti poi è entrato nello specifico a spiegare il perché la gara di lunedì per lui è la più difficile delle tre gare che mancano alla fine del campionato. “Contro lo Spezia sarà uno spareggio, l’ultima tra virgolette sarà l’ultima. La gara contro il Cittadella nasconde tante insidie”.

Secondo il tecnico biancorosso questo campionato si sta facendo molto appassionante. “Se uno guarda la classifica per quanto riguarda gli scontri diretti il campionato si fa molto appassionante in questo momento perché è difficilissimo fare previsioni e tabelle perché ci sono tanti scontri diretti, partite che oggi sono fondamentali per la classifica. E’ inutile azzardarsi in previsioni. Noi dobbiamo pensare al Cittadella che lo ripeto, delle tre gare è quella sicuramente più insidiosa. Tra le altre cose questa settimana si è parlato molto di altro e noi dovremo assolutamente concentrarci sul prossimo avversario dove dovremo fare una grande partita per poterli superare”.

Dopo aver raggiunto la matematica salvezza il Bari è padrone del proprio destino. Ecco a tal riguardo cosa pensa Alberti. “Mancano tre partite che per noi saranno tre finali. Io credo che quando ci sono delle aspettative evidentemente c’è un motivo. Questo non significa avere un fardello sulle spalle, ma deve essere un motivo di orgoglio, uno stimolo importante. Se uno analizza bene il motivo di un’aspettativa non deve prenderla come qualcosa di pesante ma come una spinta per fare un finale alla grande perché noi abbiamo bisogno di questo”.

Il tecnico biancorosso crede che a poter portare alla vittoria il Bari sarà ancora una volta il suo pubblico. “Ripeto, il Cittadella è una squadra assolutamente in salute in un campionato molto equilibrato. Ricordo che il Cittadella è una squadra che sabato scorso nel primo tempo ha messo in grandissima difficoltà il Palermo. Inoltre ha fatto cinque vittorie con squadre di alta classifica. Sappiamo di affrontare un avversario molto molto difficile dove in questo campionato ogni settimana ci sono grandi sorprese. C’è grande equilibrio. Se non affronti tutti gli avversari nel miglior modo possibile, con concentrazione, con umiltà dando il massimo non vai avanti. In più sappiamo che abbiamo bisogno assolutamente anche dei nostri tifosi che possano continuare a darci una spinta importante. Dobbiamo evitare di pensare di non poter dare il cento per cento contro il Cittadella. Dobbiamo assolutamente evitare questo tipo di atteggiamento”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.