domenica , 28 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Onomastico amaro per Torrente

Onomastico amaro per Torrente

Il Punto sul Bari

 

Dopo sei risultati utili consecutivi la squadra biancorossa deve arrendersi alla Reggina

 

Onomastico amaro per Vincenzo Torrente. Ieri i ragazzi biancorossi si sono dovuti arrendere ad una Reggina che, almeno nel primo tempo, è riuscita a portarsi in vantaggio dal primo minuto e a gestire la gara. Nella ripresa il Bari ha reagito allo svantaggio, ma non è riuscito a concretizzare le occasioni avute.

 

COSA VA – La reazione che la squadra di Torrente ha avuto dopo essere passata in svantaggio solo dopo un minuto dall’inizio della gara. Peccato per quelle occasioni avute nella ripresa e non concretizzate.

 

COSA NON VA – A differenza di altre partite, contro la Reggina si è notata una squadra un po’ allungata, almeno nel primo tempo. Inoltre Bellomo, entrato ad inizio di secondo tempo, non è riuscito a dare il suo apporto come Torrente si aspettava. Grave errore di Dos Santos nell’occasione della rete di Di Michele.

 

TOP & FLOP – Ancora una volta Rossi e De Falco hanno offerto una buona prestazione. Il primo si è fatto vedere sia in difesa che in attacco. Il secondo, invece, ha svolto un buon lavoro a centrocampo. Per quanto riguarda i flop da menzionare l’attacco che non è riuscito a concretizzare le varie palle – goal create. Inoltre ci si attendeva qualcosa in più da Tallo, che contro la Reggina è stato schierato da Torrente in attacco per sostituire l’infortunato Caputo. L’attaccante ivoriano non è riuscito, purtroppo per il Bari, a dare quel qualcosa in più al reparto offensivo.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Non ce ne sono. Durante la settimana aveva preparato a puntino la partita facendo capire, alla vigilia, chi sarebbe sceso in campo contro la formazione dell’ex Pillon. Non ha nessuna colpa sulla sconfitta rimediata a Reggio Calabria.

 

IL FUTURO – Si chiama Lanciano. Dopo la sconfitta subita contro la Reggina il Bari dovrà per forza di cose vincere sabato prossimo in casa proprio con il Lanciano per tentare di abbandonare quanto prima la zona calda della classifica.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.