giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Nicola ringrazia De Luca

Nicola ringrazia De Luca

E’ stato infatti lui a regalare al 44° della ripresa la rete che ha concesso al Bari di pareggiare
Terzo risultato utile per il Bari. Dopo le vittorie contro il Lanciano e contro il Modena i biancorossi davanti a quasi 25 spettatori colgono un importante pareggio, 1 – 1, contro il Catania. Le due formazioni si sono date fino dai primi minuti di gioco battaglia tant’è che ci sono stati vari capovolgimenti di gioco. Mister Nicola ha proposto in difesa Benedetti e Rada centrali in sostituzione degli squalificati Contini e Rinaudo e ha schierato Schiattarella al posto di Romizi. Per il resto si è rivista la stessa formazionein campo scesa in campo sabato scorso a Modena. Quando sembrava che la gara si chiudesse sullo 0 – 0 al 38′ della ripresa il Primavera Rossetti mandato in campo al posto di Chrapek ha portato in vantaggio il Catania con un bel diagonale di destro. Quando sembrava che le cose dovessero finire così ci ha pensato De Luca al 44′ entrato in campo per sostituire Boateng a realizzare la rete del meritato pareggio. Ora dopo questo risultato che muove di poco la classifica, la squadra di Nicola è attesa sabato prossimo ad Avellino, campo difficile. Contro i campani Nicola avrà nuovamente a disposizione i due centrali di “peso” Contini – Rinaudo. A questo punto ci si aspetta che dalla Campania il Bari possa tornare a casa con un risultato positivo.
LE FORMAZIONI:

BARI ( 4 – 3 – 3 ): Guarna; Sabelli; Donati; Boateng; Galano; Benedetti; Ebagua; Rada; Schiattarella; Calderoni; Bellomo. A disposizione: Donnarumma; Salviato; Romizi; De Luca; Minala; Filippini; Caputo; Camporese; Defendi. All: Nicola.

CATANIA ( 5 – 3 – 2 ): Gillet; Rosina; Sauro; Castro; Chrapek; Rinaudo; Capuano; Odjer; Mazzotta; Sciaudone; Ceccarelli. A disposizione: Terracciano; Lovric; Barisic; Del Prete; Piermarteri; Jankovic; Parisi; Di grazia; Rossetti. All: Marcolin.
ARBITRO: Candussio di Cervignano.

LA CRONACA:

Al 6′ Catania vicino al vantaggio con un tiro di sinistro di Rosina servito da Castro, calciato sull’esterno della rete. Dopo un minuto gran tiro dalla distanza di Donati parato centralmente da Gillet. Al 10′ Bari vicino al vantaggio con un tiro di Ebagua servito da Galano respinto dal portiere ospite. Al 15′ colpo di testa di Benedetti su punizione calciata da Bellomo con palla che esce di poco sulla destra di Gillet. Al 18′ l’arbitro ammonisce Boateng per fallo su Sciaudone. Al 21′ tiro da fuori di Bellomo con palla parata senza problemi da Gillet. Al 24′ Bari ancora vicino al vantaggio con un diagonale di sinistro che attraversato tutta la linea di porta spegnendosi sul fondo.

Nella ripresa al 4′ Ebagua in mezza rovesciata di sinistro impegna Gillet. Al 11′ Candussio ammonisce Galano per fallo su Rinaudo. Dopo un minuto Nicola manda in campo De Luca per Boateng. Al 14′ Bari vicino alla rete del vantaggio con una rovesciata di Ebagua terminata di poco a lato sulla sinistra del portiere ospite. Al 26′ ammonito Benedetti per fallo su Rosina. Al 29′ Marcolin manda in campo Rossetti al posto di Chrapek. Al 33′ l’arbitro ammonisce Castro per proteste. Al 37′ il Catania si porta in vantaggio con un destro di Rossetti. Al 40′ Nicola sostituisce Sabelli con Caputo. Al 44′ i biancorossi pareggiano con un bel destro di De Luca che si insacca sulla destra bassa di Gillet. Al 46′ altro cambio per il Bari, dentro Salviato fuori Galano. Al 47′ Marcolin manda in campo Barisic al posto di Rosina.
90°:

Nicola: “Da questa sera credo di aver tratto ulteriori indicazioni molto più positive e non le cose da migliorare. Mi è piaciuta finalmente la capacità di rimanere in partita e di crederci. Noi abbiamo preso goal nel momento in cui abbiamo osato qualcosa in più ma non mantenendo gli equilibri che stavamo mantenendo. Avevamo presentato questa partita come una gara difficile e l’ho fatto solo due volte con i miei ragazzi, una volta col Vicenza e questa contro il Catania perché conosco benissimo le qualità di almeno tre – quattro dei loro giocatori e stasera credo che il Catania, per la prima volta, sia venuto a fare una partita da serie B, vera,. Tutti dietro la linea della palla, 5 – 3 – 2, ci hanno concesso pochi spazi. Questa sera per noi significava fare una partita dove volevamo vincere così come loro speravano di vincere magari in contropiede senza concedere dei contropiedi a Castro e a Rosina che sono particolarmente abili. La squadra nel primo tempo ha espresso anche un bel gioco mentre nella ripresa abbiamo perso gli equilibri per quella foga che che in tempo non troppo passato ci ha fatto perdere anche parecchie partite. Stasera lo abbiamo fatto per poco tempo, poi siamo dovuti intervenire passando più a un 4 – 2 – 4 e non a un 4 – 3 – 3 perché abbiamo cercato di mettere tutto il potenziale offensivo. Recuperare una partita contro questa squadra, in questo momento, per me è un grosso segnale dal punto di vista della mentalità. La partita di questa sera è importante perché do valore il Catania è venuto qui in maniera umile e noi siamo stati ugualmente umili e abbiamo cercato di batterci a vicenda con delle armi che in serie B si trovano solo quando hai l’acqua alla gola o magari non riesci a giocare come vorresti. Sabato andremo a fare visita all’Avellino. Dopo tre giorni di nuovo di recupero di lavoro dovremmo cercare di metterci nelle condizioni di essere umili e, nello stesso tempo, essere anche arrembanti e coraggiosi quando ci sarà da esserlo”.

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.