giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Nicola: “Non siamo stati bravi a capitalizzare le palle goal avute”

Nicola: “Non siamo stati bravi a capitalizzare le palle goal avute”

L’eliminazione in Coppa Italia contro il Foggia lascia un po’ scettici i tifosi del Bari

 

Non ci sono alibi. Il Bari che è uscito mestamente dalla Coppa Italia ha lasciato un po’ interdetti i tifosi biancorossi dopo la non positiva prestazione dei biancorossi. Ieri sera dopo la gara mister Nicola ha analizzato così la partita. “Non siamo stati bravi a capitalizzare le palle goal avute. In questi casi se passi in vantaggio puoi gestire meglio la partita. Dispiace non aver passato il turno  perché c’erano tutti i presupposti per farlo. Il Foggia è stato più abile di noi nello sfruttare le occasioni. Sapevamo che c’erano dei rischi in questo tipo di partite, ma ho visto una squadra che ha ben interpretato il mio pensiero e ragazzi che hanno dato tutto. La partita era stata impostata per andare subito in vantaggio ma abbiamo sprecato le occasioni. Quando saremo in forma, faremo molto meglio. Ora fatichiamo a esprimerci sia con il 4-2-3-1 che con il 4-3-3 non avendo la qualità giusta in entrambi i moduli”.

E sul reparto avanzato che ha, per ora, gli uomini contati il tecnico del Bari ha detto. “Quali alternative avevamo li davanti oggi? Non ce n’erano. Solo Puscas che non poteva sopportare i novanta minuti è sceso in campo con problemi muscolari”.

Nicola ha anche parlato della situazione di Caputo e Galano i quali avrebbero chiesto al mister e alla società di non scendere in campo ieri sera. “Tutto vero quello che hanno riportato i giornali. Ad oggi sto costruendo un gruppo che deve avere il cento per cento la testa al progetto. Non mi sembra corretto mettere in campo calciatori controvoglia, preferisco giocare con uno o due giovani. Chi vuol andare via può farlo”.

E sul mercato che chiuderà i battenti a fine mese ha detto. “Mercato? Ad oggi non siamo completi ma non mi preoccupo. La società sta lavorando per far arrivare i rinforzi. Purtroppo abbiamo molti giocatori che non sono al massimo come Petropoulos e Camara. Sono state delle opportunità sul mercato e sono certo che ci daranno una grossa mano. Ma, ripeto, che per essere competitivi serve di più”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.