lunedì , 26 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Nicola: “Il nostro intento? Rovinare la festa al Carpi”

Nicola: “Il nostro intento? Rovinare la festa al Carpi”

Questo è il principale obiettivo del tecnico biancorosso alla vigilia della delicata trasferta sul capo della capolista
Vigilia di Carpi – Bari, gara che a cinque giornate dal termine del campionato è diventata una trasferta importante per i ragazzi di mister Nicola i quali dovranno cercare di rovinare la festa promozione agli uomini di mister Castori il quale dovrà fare a meno degli infortunati Suagher, Molina, Dossena e dello squalificato Letizia, ma che potrà contare nuovamente sull’apporto di Mbaye dopo un periodo di stop. Mister Nicola è convinto di poter rovinare la festa promozione alla prima in classifica. “Quella di domani sarà una giornata importante. Questa sera si gioca anche Bologna – Catania che con la nostra partita potrebbe riaprire i giochi. Di certo nessuno toglie al Carpi la promozione, loro hanno tempi e modi per trovarla, ma se noi riusciremo a sfruttare questo turno potremmo giocarcela fino alla fine. Lo sapete che non guardo il risultato della singola settimana ma nell’insieme delle cinque partite”.

Il tecnico del Bari ha spiegato anche che domani nella gara contro il carpi scenderanno in campo chi ha visto meglio in questi giorni. “Ogni partita ha una sua storia. Non cerchiamo di rovinare la festa agli altri, ma essere solo competitivi per continuare il nostro percorso e rendere il campionato avvincente. Andranno in campo chi ho visto meglio in questi giorni. Defendi è sicuramente uno di questi. Per quanto riguarda Schiattarella ed Ebagua non sono al top della condizione, ma questo lo sapevamo già. Di fatto, non ho nessun dubbio. A centrocampo abbiamo quattro uomini per tre maglie, quindi, quasi delle scelte obbligate. In altri reparti giocheranno coloro che stanno bene, ma voglio che tutti i giocatori siano disposti a credere che si può rendere ancora interessante questo campionato fino alla fine”.

Nelle ultime undici partite i ragazzi di mister Nicola hanno raccolto meno di quanto avrebbero potuto fare visto che ai biancorossi mancano in cascina ben quattro – cinque punti. Ecco a tal proposito il pensiero dell’ex tecnico del Livorno. “Ho sempre detto che in serie B una qualità importante che deve avere una squadra è la continuità. Questa, alla fine, paga più di ogni cosa. In quest’ottica prendere un punto evita strappi con le squadre che si affrontano e assicura quella continuità che alla fine ti permette un qualcosa in più. Per quanto ci riguarda non avendola avuta, soprattutto nella prima parte del campionato, ci siamo ritrovati nelle condizioni di dover recuperare e obbligati nei risultati. Sulla carta sicuramente ci mancano quei quattro o cinque punti che ci avrebbero fatto parlare di altro.
Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.