venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » “Mettere in campo tutta la rabbia che abbiamo”
Alberti

“Mettere in campo tutta la rabbia che abbiamo”

Il tecnico del Bari si aspetta una prova di carattere da parte dei suoi ragazzi dopo il pareggio di Cittadella

 

Il Bari di mister Alberti è chiamato ad un pronto riscatto dopo il pareggio – beffa subito a Cittadella sabato scorso. Nelle ultime quattordici giornate di campionato la squadra biancorossa ha sempre subito goal. Ecco cosa ha detto oggi in conferenza stampa il tecnico del Bari proprio su questo fatto. “Questo è un dato reale. Se dovessimo riuscire qualche volta a non subire reti andrebbe certamente meglio. L’importante è che la squadra possa fare un goal più degli avversari. Il goal del Cittadella sabato scorso è scaturito all’ultimo secondo. C’è grande rammarico e grande rabbia da parte di tutti. Questa dovrà diventare in voglia di rifarsi subito. A Cittadella abbiamo fatto molto ma molto bene, avremmo meritato di vincere. Una piccola sbavatura, purtroppo, ci è costata i due punti. Tutta questa voglia di riprendersi immediatamente deve esserci in noi. Giovedì avremo l’occasione di mettere in campo tanto orgoglio e tanta voglia di rifarci immediatamente”.

 

Il tecnico del Bari ha spiegato il perché in terra lombarda è tornato al 4 – 3 – 3. E su Romizi ha detto. “Abbiamo giocato con questo modulo in tante gare in questo campionato. Questo modulo serve anche a sfruttare meglio le caratteristiche di alcuni nostri attaccanti. Siamo passati ad un sistema di gioco diverso. Sabato abbiamo fatto bene tutti, non solo Romizi. La squadra ha dimostrato di tenere bene il campo e di creare diverse opportunità da goal. E’ probabile che potremmo proseguire su questa strada”.

 

Contro il Cittadella il Bari, a differenza di altre volte, ha mostrato un gioco più offensivo. Su questo ecco il pensiero di Alberti. “A Cittadella ci siamo comportati bene perché abbiamo concesso poco spazio agli avversari e siamo stati bravi a ripartire. Potevamo farlo con maggiore convinzione e, sull’ 1- 0, potevamo chiudere la partita. Ci abbiamo provato, qualche ragazzo sta crescendo e questo ci fa vedere il futuro con più ottimismo”.

 

E sulle ultime gare di campionato il tecnico biancorosso si è espresso così. “Adesso abbiamo questi due impegni. Da questi dobbiamo cercare di portare a casa il massimo dei punti cominciando da giovedì contro una squadra che è partita con un obiettivo diverso. La società sta investendo tantissimo. Se lo Spezia si trova in quella posizione di classifica evidentemente qualche problema l’anno avuto anche loro. Dobbiamo avere grande fiducia, credere in noi stessi. Dovremo fare la partita perché noi siamo una squadra che in casa ha sempre fatto la partita”.

 

Per poter cercare di fare risultato contro lo Spezia il Bari dovrà giocare in velocità e con le sovrapposizioni. “Mangia è arrivato da una settimana. Sabato contro il Lanciano è stata la prima prova. Bisognerà dar tempo a tutti di poter lavorare e dar modo di fare calcio. Sabato hanno iniziato con un 4 – 4 – 2 che è poi il marchio di fabbrica di Denis Mangia. Durante la partita hanno cambiato in corso visto che hanno fatto quasi un 4 – 2 – 3 – 1 con un centrocampista ed un loro attaccante. Non so come arriveranno qui a Bari. Noi abbiamo il nostro modo di giocare. Dovremo continuare a crescere perché possiamo farlo. Contro lo Spezia sarà importante mettere in campo tutta la rabbia che abbiamo dopo i due punti persi a Cittadella”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.