venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Lodevole iniziativa del Bari
Bari città di San Nicola

Lodevole iniziativa del Bari

Dalla prossima gara di campionato contro il Padova fino a fine campionato sulla maglia dei biancorossi ci sarà una scritta “Bari Città di San Nicola” con il logo del santo

 

Questa mattina nella sala stampa del “San Nicola” il team manager della società, Gianluca Paparesta, ha presentato alla stampa una lodevole iniziativa. Dalla prossima gara contro il Padova fino alla fine del campionato sulla maglia biancorossa comparirà una scitta, “Bari Città di San Nicola” con il logo del santo patrono. Ecco cosa ha detto Paparesta quest’oggi. “Stiamo cercando di muoverci per cercare di dare l’immagine di una società aperta alla città, al pubblico e ai ragazzi. Abbiamo fatto una serie di iniziative. Queste sono le prime, ma ce ne saranno tante altre. Stiamo cercando di portare in giro determinati valori e messaggi attraverso la squadra all’interno di una realtà locale che è quella barese che si deve riavvicinare sempre di più alla squadra e a determinati valori. Sappiamo che il Bari ha avuto delle problematiche che dobbiamo superare. Ho avuto piacere che questa mattina alla “Calamandrei” trecento ragazzi abbiano discusso di etica, di far – play e dei valori fondamentali per la nostra società in questo momento insieme a me e ad un giovane come loro come Fossati. Devo dire che è stato un piacevole momento d’incontro. In quest’ottica abbiamo voluto fare un altro passo. Oggi il Bari non ha uno sponsor principale. Penso che ci possano essere delle iniziative per smuovere un po’ le acque ed anche per legare sempre di più il nome di Bari alla squadra di calcio. Quale occasione migliore che più lega noi baresi a questo territorio? Secondo me c’è un elemento che caratterizza la nostra città che è San Nicola. Bari è la città di San Nicola. A questo punto abbiamo ritenuto opportuno, visto che in questi giorni si sta discutendo di un argomento estremamente interessante e che può portare legami con paesi lontani e con potenziali investitori e con persone interessate a scoprire una realtà che può essere lontana migliaia di chilometri ma che il nome di San Nicola può unire. Si sta ipotizzando un incontro a Bari o a Vienna o in una abazzia in Ungheria dove fare incontrare il papa con il patriarca russo – ortodosso. Noi abbiamo pensato di utilizzare il nostro spazio, di metterlo a disposizione per promuovere Bari e la nostra terra. Per questo abbiamo incaricato a titolo gratuito alcune associazuioni cittadine fino a quando non troveremo una sponsorizzazione. Sulla maglia abbiamo pensato di scrivere “Bari Città di San Nicola” con il logo di San Nicola scritto sia in italiano che in russo. Questo è stato fatto in maniera tale che questo possa essere veicolato un po’ su tutti i circuiti nazionali ed internazionali. Lunedì verrà in Italia il primo ministro Putin che incontrerà il papa a Roma e martedì sarà a Trieste. Ci stiamo attivando perché possa essere consegnata a Putin questa maglia. Questo può essere un elemento interessante sia per la popolazione russa e sia per chi in Italia possa essere interessato al Bari. La maglia avrà questo logo dalla prossima gara di sabato fino alla fine del campionato. Ci stiamo attivando finchè questa maglia possa essere consegnata al primo ministro Putin. La nazionale di serie B partirà lunedì prossimo per la Russia dove incontreranno i loro pari grado. Abbiamo parlato con il Presidente Abodi di questa nostra iniziativa. Appena ho letto che c’era l’incontro tra il papa ed il patriarca russo ho pensato che anche il Bari avrebbe potuto dare una mano. Questa è una mano che viene data alla città”.

 

Ad oggi i nuovi ricchi sono proprio gli imprenditori russi. Paparesta non nasconde il fatto che la nuova maglia possa essere un messaggio per i nuovi ricchi. “Questo è un messaggio turistico ma è anche un messaggio per qualche imprenditore russo. E’ un messaggio di promozione del territorio, ma è anche un messaggio di una società che in questo momento è in vendita. I potenziali acquirenti che possono essere interessati potranno farsi avanti. Il 19 dicembre ci saranno migliaia di cittadini russi che verranno a Bari perché loro festeggiano il San Nicola ortodosso quattordici giorni dopo il San Nicola nostro. Spero che altre realtà possano cogliere la nostra iniziativa. Io sono stato diverse volte in Russia ed ho incontrato diverse persone, diverse autorità e diversi imprenditori interessati ad investire sul territorio. Al momento non si è fatto nulla e non voglio che si possa scrivere che c’è già una trattativa avviata. Noi crediamo che tutto ciò possa servire al Bari perché la società è in vendita. Tutti noi dobbiamo cercare di essere vicini alla squadra per dargli un valore ed un interesse. Se una squadra che gioca in serie B è senza pubblico, con una diffidenza diffusa, senza alcun attaccamento, credo che anche il più ricco dei migliardari russi non investirà mai sul Bari. Chi, al contrario, vede che c’è una squadra giovane, con cinque nazionali, che ha voglia di affermarsi, ha la possibilità di avere una città attaccata alla maglia biancorossa, riteniamo che tutto quello che è possibile fare per riavvicinare il pubblico e avere un senso di attaccamento a questa squadra, a questa città, al settore giovanile. Siamo una squadra che ha bisogno di avere vicino realtà importanti che capiscano che non fanno un dispetto se non vengono allo stadio o non si avvicinano. In questo momento se si vuole dare veramente una dimostrazione di attaccamento alla maglia biancorossa lo si deve dare per dare piacere alla storia del Bari”.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.