mercoledì , 24 maggio 2017
Home » Bari Calcio » L’ex Ghezzal castiga i biancorossi

L’ex Ghezzal castiga i biancorossi

Prima rete in campionato per il franco – algerino. Con Breda in panchina i nerazzurri conquistano l’undicesimo risultato utile consecutivo

 

Undicesimo risultato utile consecutivo per i giocatori di mister Breda contro un Bari che nel corso della ripresa ha lasciato molto a desiderare. A regalare i tre punti alla squadra di casa è stato un ex biancorosso, il franco – algerino Ghezzal, che all’undicesimo del primo tempo in semirovesciata è riuscito ad anticipare Samnick realizzando la rete del vantaggio e della vittoria. I ragazzi di mister Alberti non sono mai riusciti ad impensierire il portiere di casa Iacobucci. Nei primi quarantacinque minuti i giocatori biancorossi sono arrivati alla conclusione solo al trentacinquesimo con un destro dal limite dell’area di rigore di Sciaudone. Davvero poca cosa per una squadra che avrebbe dovuto tentare di fare la partita per cercare di portare a casa un risultato positivo. Ora, dopo questa sconfitta, il Bari si ritrova relegato al quint’ultimo posto in classifica in piena zona retrocessione.

 

LA CRONACA:

 

Al 6° minuto del primo tempo primo cartellino giallo per il Bari. A finire sul taccuino dell’arbitro è Altobello per un fallo su Jonathas. Sulla palla Jonathas che passa a Barraco, tiro dai trenta metri con pallone deviato in angolo dal portiere Guarna. All’11° il Latina si porta in vantaggio. Cross di Crimi dalla destra, semirovesciata dell’ex Ghezzal che anticipa Samnick portando così in vantaggio il Latina. Al 35° si vede finalmente per la prima volta in attacco il Bari con un destro dal limite di Sciaudone deviato in angolo. Dopo due minuti tiro dalla distanza di Jonathas parato da Guarna. Al 44° seconda ammonizione per il Bari. L’arbitro ammonisce Joao Silva per fallo su Brosco.

 

Al 4° minuto prima ammonizione per il Latina. A finire sul taccuino è il brasiliano Jonathas per proteste. All’8° il Bari ha l’occasione per pareggiare. Defendi, servito da Sciaudone, solo in area di rigore sbaglia incredibilmente la rete del pareggio. Al 9° mister Breda manda in campo Bruno per Barraco. Al 28° miracolo del portiere del Bari su Jefferson. Angolo battuto da Milani, Jefferson colpisce di testa ed il portiere Guarna salva d’sitinto evitando il raddoppio al Latina. Dopo un minuto il Bari rimane in dieci. L’arbitro manda anzitempo negli spogliatoi Polenta per un bruttissimo fallo su Crimi. Al 30° mister Alberti manda in campo Calderoni per Sciaudone. Al 44° Lugo con un tiro da fuori area colpisce la traversa. Al 45° Marotta tenta il pareggio con un tiro da fuori con palla che va a lato di poco.

 

LE FORMAZIONI:

 

LATINA ( 3 – 5 – 2 ): Iacobucci; Brosco; Cottafava; Esposito; Milani; Crimi; Morrone; Barraco; Alhassan; Ghezzal; Jonathas

 

BARI ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Guarna; Altobello; Samnick; Chiosa; Polenta; De Falco; Romizi; Galano; Sciaudone; Defendi; Joao Silva

 

90°:

 

Alberti: “Sapevamo di incontrare una squadra in salute, nel secondo tempo abbiamo concesso solo una parata a Guarna. E’ stata una partita equilibrata, giocata molto in mezzo al campo. Siamo stati bravi a non sbilanciarci in dieci, anzi in inferiorità abbiamo sfiorato il goal con Marotta e il legno di Lugo. Il pareggio sarebbe stato più giusto. Avremmo potuto far meglio nei primi venticinque minuti della gara. La nostra è una squadra che sta crescendo. L’espulsione di Polenta? Il ragazzo ha alzato la gamba, l’avversario ha messo il corpo, decisione che ci può stare ma fallo non intenzionale”?.

Defendi: “Ho sbagliato. Era più facile metterla in porta che sbagliarla. Se fosse entrata quella palla la partita sarebbe cambiata di sicuro. Prima parte del primo tempo da dimenticare. Abbiamo sbagliato l’approccio, quando abbiamo alzato il baricentro li abbiamo messi in difficoltà. Penso alla traversa di Lugo e al tiro di Marotta, peccato perché il pareggio era alla nostra portata. Espulsione di Polenta eccessiva secondo me, ne ho parlato anche con l’arbitro. Diego ha cercato di tirare la gamba, il direttore di gara è stato di altro avviso”.

 

Di Micol Tortora  

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.