venerdì , 26 maggio 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 6 ottobre

Il Punto sul Bari del 6 ottobre

Ancora una volta fatale un calcio piazzato

 

Come accaduto a Lanciano, i biancorossi hanno subito la rete del vantaggio dell’Avellino quasi in fotocopia. Ora basta

 

Così come a Lanciano. Il Bari di mister Alberti ha disputato quasi la stessa partita in terra irpinia, ma questa volta, ancora una volta, i giocatori biancorossi non sono mai stati pericolosi. Purtroppo dopo due trasferte il Bari torna a casa con zero punti. Peccato perché i giocatori di mister Alberti, in queste due gare esterne, avrebbero meritato di più se l’attacco fosse stato più incisivo. Ad oggi, il Bari, in attacco è una squadra che non punge. Di chi è la colpa?

 

COSA VA – Ad Avellino abbiamo visto una squadra che, su un campo difficile a causa di un campo quasi impraticabile, una formazione che ha tentato in più di una occasione di portarsi in vantaggio. Ma, poi, è andata come è andata…

 

COSA NON VA – Il Bari crea tante occasioni da rete, ma quello che non convince fino ad ora è l’attacco che non è mai stato pungente. L’attacco non va, nessuno dei nuovi arrivati è stato determinante fino all’ottava giornata di campionato. Inoltre bisognerà migliorare in difesa. Il reparto arretrato, primo nelle prime giornate di campionato, ha subito un cambiamento. Soprattutto sulle palle inattive.

 

TOP & FLOP – Tra i migliori metterei Calderoni che si è dannato dal primo all’ultimo minuto. Il solito Sabelli che ha dimostrato grande personalità e un più andrebbe riservato al difensore Chiosa che si è dimostrato affidabile.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Dopo l’ennesima sconfitta dovrebbe tornare nuovamente al 4 – 3 – 3 . Inoltre non dovrebbe cambiare uomini per ogni gara.

 

IL FUTURO – Dopo le due sconfitte consecutive, il futuro per il Bari si chiama Crotone. Per forza di cose mister Alberti dovrà vincere questa gara per poter allungare in classifica perché questa squadra ha tutto per poter far bene.

 

Di Micol Tortora

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.