giovedì , 29 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 31 luglio

Il Punto sul Bari del 31 luglio

 

Buona prova dei biancorossi contro l’Olympique Marsiglia ma la squadra ha bisogno ancora di essere rinforzata

 

 

Ieri sera al “San Nicola” contro gli uomini di Bielsa i ragazzi di mister Mangia dopo aver aver terminato da poco la prima fase del ritiro si sono ben comportati contro una squadra che la prossima settimana inizierà il campionato francese. La squadra biancorossa è riuscita a muoversi bene in campo con passaggi e triangolazioni veloci ma il Bari che verso la fine del mese di agosto inizierà il campionato di serie B dovrà presentarsi completo in qualsiasi reparto.

 

COSA VA – La voglia di far bene davanti a ventidue mila spettatori accorsi allo stadio per vedere per la prima volta in azione il nuovo Bari targato Gianluca Paparesta. E’ piaciuto l’approccio alla gara contro una squadra molto più blasonata di quella biancorossa. Buone le triangolazioni in velocità e buona anche la forma fisica dopo la prima parte del ritiro.

 

COSA NON VA – Le prestazioni di Galano e di Sciaudone non sono state proprio eccelse visto che i due giocatori si sono “sacrificati” al modulo di mister Mangia. I due giocatori biancorossi per far bene dovrebbero avere più libertà in campo.

 

TOP & FLOP – Buone le prestazioni di Defendi e dei giovani e promettenti Gammone e Di Noia i quali contro l’Olympique Marsiglia hanno dimostrato grande personalità. Un buon biglietto da visita per il campionato. Buona anche la prestazione dell’attacco con il duo Caputo – De Luca che già incominciano a trovarsi, però in area di rigore ci vorrebbe il cosi detto ariete che possa concludere in rete il lavoro fatto dai due attaccanti. Ancora una volta in difesa non hanno convinto le prestazioni del portiere Guarna e dei centrali della difesa che in confronto alla prestazione offerta in amichevole in ritiro contro la Lazio hanno fatto meglio però ancora non convincono del tutto.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Dovrebbe cercare, come detto prima, di lasciare più libertà a due pedine importanti come Galano e Sciaudone.

 

IL FUTURO – L’imminente futuro si chiama la seconda parte di ritiro che partirà il 3 agosto e terminerà il 13 in quel di Castel di Sangro. Si spera che per il 17 quando il Bari senderà in campo per fare sul serio visto che sarà impegnato in Coppa Italia, i ragazzi di mister Mangia possano arrivare al meglio della condizione atletica.

 

Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.