domenica , 25 giugno 2017
Home » Bari Calcio » Il Punto sul Bari del 31 agosto

Il Punto sul Bari del 31 agosto

 

Biancorossi a due facce

 

Contro la neopromossa Virtus Entella i ragazzi di Mangia sono piaciuti nella ripresa mentre nei primi quaranta cinque minuti sono stati poco incisivi

 

 

Quello di ieri sera a Chiavari contro la Virtus Entella è stato per il Bari un esordio a due facce. Nel primo tempo la squadra biancorossa non ha affatto convinto visto che non è mai stata incisiva in attacco e sulle fasce mai prese in seria considerazione e in certe occasioni i biancorossi hanno anche rallentato il gioco. Da evidenziare la buona prestazione della squadra di casa che in due – tre occasioni sarebbe anche potuta passare in vantaggio, ma le parate di Donnarumma lo hanno evitato. Nella ripresa invece con l’uscita di uno spento Stoian che da quando è ritornato a vestire la maglia del Bari fino a questo momento non ha ancora per nulla convinto e con l’innesto di un pimpante Stevanovic, la gara è completamente cambiata. Tutta la formazione barese ha incominciato a girare anche Galano, autore di una rete da manuale del calcio, che nei primi quarantacinque minuti ha girato “lento” come tutti i suoi compagni. Da rimarcare la buona prova del neo – acquisto Donati il quale, mandato subito in campo da Mangia, si è inserito subito con i suoi nuovi compagni. Grande personalità e grande visone di gioco. Ora il Bari ospiterà domenica prossima al “San Nicola” un’altra neopromossa, il Perugia che proprio venerdì nell’anticipo di campionato ha battuto al “Curi” per 2 – 1 il Bologna. Quello di domenica sarà un avversario più blasonato da incontrare ( senza nulla togliere all’Entella ) per cui si potrà vedere realmente di che pasta è fatto questo nuovo Bari.

 

COSA VA – La mentalità con la quale la squadra biancorossa è entrata in campo nella ripresa. Dopo la sostituzione di Stoian con Stevanovic la gara per i biancorossi è cambiata. Dalle fasce sono arrivate le palle più pericolose e proprio su una progressione di Calderoni sulla sinistra è arrivato l’1 – 0 del Bari realizzato da capitan Caputo.

 

COSA NON VA – Lo abbiamo detto prima. Non è piaciuto affatto il Bari visto nei primi quaranta cinque minuti dove i ragazzi di Mangia non sono mai riusciti ad impensierire il portiere avversario. Le fasce, poi, non sono mai state prese in vera considerazione, mai un cross, mai una progressione al contrario della Virtus Entella che in più di una occasione ha messo a dura prova con tiri dalla distanza il portiere biancorosso.

 

TOP & FLOP – Su tutti Donati, grande esperto a centrocampo. E questo lo si sapeva già. Si vede che il trentatreenne bergamasco per il suo modo di stare in campo, di dirigere il gioco è un giocatore di un’altra categoria. Mentre a centrocampo l’ex Verona dettava legge, in difesa sono piaciuti sia Ligi che ha ripetuto la buona prova offerta contro l’Avellino in Coppa Italia, sia Calderoni che Sabelli davvero in forma L’ex Roma ha fatto impazzire il suo diretto avversario. In attacco su tutti l’ex foggiano Galano che oltre ad aver realizzato una rete da cineteca con un sinistro a giro dalla distanza che si è andato ad infilare nel set alla destra del portiere di casa ha dato il suo contributo durante tutta la ripresa.

 

CONSIGLI PER IL MISTER – Nell’esordio casalingo di domenica prossima contro il Perugia dovrebbe far partire dal primo minuto e non nel corso della partita il giovane talento Stevanovic al posto, fino a questo momento, di uno spento Stoian.

 

IL FUTURO – Il Bari ha iniziato bene questo campionato e c’è un detto che dice “chi ben comincia è già a metà dell’opera”. Certo è ancora presto per sapere che tipo di campionato potrà fare questo Bari in questo campionato di serie B, se sarà o meno la squadra da battere. Domenica contro il Perugia vedremo se Donnarumma e compagni saranno quelli dei primi quarantacinque minuti o la squadra bella da vedere e soprattutto concreta della ripresa.

 

Di Micol Tortora

 

Tutto su Micol Tortora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.